Formica sanguinea in Lombardia

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda GianniBert » 10/04/2013, 15:35

10 Aprile.
Proprio oggi Dorylus mi ha chiesto lo stato della colonia, e io avevo risposto evasivamente che avevo circa 50 larve e un centinaio di uova, a fronte delle sue "una ventina” circa di uova.
Poi ho pensato che questa sufficienza nella risposta poteva sembrare una buffonata, così, armato di torcia elettrica e lente, sono passato a una conta più precisa, stanza per stanza, di quello che avevano in cantiere, e la risposta è stata ribaltata dalla realtà!

Ci sono almeno 90 larve visibili (quindi stimo almeno 100) e tre cospicui pacchetti di uova leccati e rivoltati dalle nutrici; almeno 150 uova quindi.
Ciò significa che da marzo a oggi la regina ha atteso la schiusa e la crescita di gran parte delle larve di prima generazione (sono quasi tutte già a uno stadio avanzato) per deporre in pochi giorni una seconda infornata quasi doppia della prima (perché non è detto che sia riuscito a vederle tutte o che abbia già finito di deporre).

Questo fa sì che noi possiamo valutare la crescita delle colonie di Formica sanguinea abbastanza in linea con le altre del Genere Formica, che decuplicano la popolazione nel corso del terzo anno di vita. Infatti, se su circa 300 figlie dello scorso anno, solo nel primo mese, potenzialmente siano già oltre 250, possiamo calcolare che alla fine dell'estate questa colonia avrà superato abbondantemente il migliaio di individui.

C'è da dire che io sto tenendo a temperatura casalinga, e riscaldato la mattina e la sera, il nido; le operaie stanno sfruttando il calore del tubo di collegamento all'arena (probabile che il gasbeton sia 1-3 gradi meno caldo, essendo anche più umido).
Le uova sono tenute soprattutto nel tubo, mentre le larve preferibilmente nel gasbeton. Ora vedremo dove terranno i bozzoli, perché anche in Polyergus rufescens, svegliata 10 giorni prima, si stanno avendo i primi bozzoli.
Ricordiamo sempre che questi calcoli si fanno su colonie in cattività, con alimentazione continua e abbondante, riscaldamento ideale e scarsissime perdite dovute a combattimenti, predazione, parassiti o smarrimento delle foraggiatrici (anche se così non si può dire del tutto, visto che ho già per due volte collegato questo nido a quello di F. cunicularia per vedere il comportamento in fase di furto sociale).

Le foraggiatrici catturano giornalmente larve e adulti di Tenebrio molitor (la corazza non le ferma), o grilli, e buone scorte di miele diluito, tuorlo d'uovo, briciole di avanzi da tavola.

15 Aprile: appaiono i primi bozzoli!
Messor capitatus - Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Camponotus cruentatus - Formica sanguinea - Formica cinerea
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 3758
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda GianniBert » 22/04/2013, 16:15

22 Aprile: i bozzoli hanno superato i 60, le larve sono più di un centinaio, e ci sono almeno 200 uova.
Le esploratrici passano gran parte del loro tempo in arena, e sono almeno una cinquantina. Visto che i segni sono evidenti, ho pensato che fosse il momento giusto per far traslocare la colonia.

Ho così collegato il vecchio nido a quello nuovo, preparato da tempo, e ho cominciato a riscaldare quest'ultimo. Quanto ci metteranno a traslocare?
So che questa specie è rapida nelle sue reazioni... vediamo...

Nei primi 10 minuti dal collegamento, le operaie hanno cominciato a spostare la covata.
In 30 minuti la regina era nel tubo di collegamento.
In 1 ora e 30 tutta la colonia si è trasferita.

Restano una ventina di operaie miste a pattugliare le vecchie gallerie, ma tutto si è svolto con grande velocità ed efficienza. Come al solito la popolazione si è stipata soprattutto nella parte alta del nido, senza allargarsi troppo, ma è normale, i primi giorni.
Scarso il traffico di trasporti mutuali, i lavori all'esterno non sembrano essere cambiati di molto: ci sono forse un po' meno guardiane esterne, ed è solo cambiato l'orientamento del traffico (ora l'entrata del nido è diretta nel nido dall'alto attraverso il pavimento dell'arena).

Spoiler: mostra
4-22 Sanguinea 1.JPG
Il collegamento appena effettuato...

4-22 Sanguinea 3.JPG
... Il trasporto della covata inizia praticamente subito...

4-22 Sanguinea 6.JPG
La colonia è trasferita!
Messor capitatus - Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Camponotus cruentatus - Formica sanguinea - Formica cinerea
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 3758
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda GianniBert » 22/04/2013, 17:22

4-22 Sanguinea 7.JPG
Ho fatto alcune foto per verificare lo stato di visibilità dell'interno del nido...

4-22 Sanguinea 8.JPG
Si intravede uno dei "pacchetti” di uova fresche, pronte per la frittata... Se qualcuno ha la pazienza di contarle, poi mi faccia sapere quante sono, grazie.

4-22 Sanguinea 10.JPG
Anche le provviste alimentari sono state spostate, come questo Tenebrionide adulto...

4-22 Sanguinea 11.JPG
Dopo alcune ore si comincia a portare nelle stanze anche qualche sassolino e del cotone strappato. Suppongo stiano preparando le stanze per la filatura dei bozzoli, che erano state "smontate” dal vecchio nido...
Messor capitatus - Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Camponotus cruentatus - Formica sanguinea - Formica cinerea
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 3758
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda zambon » 22/04/2013, 17:29

Bella reattività, io quando trasferisco le mie coloniette arboricole ci mettono almeno una notte, quando va fatta bene e molto trasporto mutuale soprattutto verso la fine delle operazioni.
Spero quest'anno di trovare una Formica sp. qualunque per soddisfare le mie curiosità su questo genere, cosa molto, molto difficile dalle mie parti malgrado siano presenti.
Bel colpo!
:clap:
:smile:
Lasius paralienus - Lasius emarginatus
Tetramorium sp. - Aphaenogaster sp.
Crematogaster scutellaris - Solenopsis fugax - Camponotus ligniperda
Camponotus fallax - Dolichoderus quadripunctatus
Avatar utente
zambon
moderatore
 
Messaggi: 2751
Iscritto il: 26 apr '11
Località: Bologna
  • Non connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda Dorylus » 22/04/2013, 18:02

Belle davvero !!! anche le mie ora si stanno dando una svegliata , la regina ha infatti un centinaio di uova e poche larve , non tenendole riscaldate hanno iniziato da poco a svilupparsi non appena la temperatura è salita a 20 C° circa .
In allevamento : Camponotus ligniperda, C. cruentatus, C. nylanderi, Formica cunicularia, F. fusca,F. lemani, Polyergus rufescens, Lasius platythorax, Lasius paralienus, Tetramorium caespitum, Temnothorax alienus, T. exilis, T. recedens, Pheidole pallidula
Avatar utente
Dorylus
moderatore
 
Messaggi: 5128
Iscritto il: 11 ott '11
Località: Seveso (MB)
  • Non connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda Bremen » 22/04/2013, 18:42

Che si possano contare facilmente sono 80...contando che si vede solo il davanti si può raddoppiare o triplicare.... 8-) 8-)
Bellissime foto comunque...e la rapidità di trasloco è invidiabile...le Lasius io penso siano peggio delle arbicole, una volta nel nido per schiodarle manco il fuoco!
In fondazione:
Solenopsis sp.
Piccole colonie:
Camponotus cruentatus
Lasius (Lasius)
Camponotus sp. ( probabile C. barbaricus)
Avatar utente
Bremen
major
 
Messaggi: 2434
Iscritto il: 20 mar '12
Località: Bilbao, Spagna
  • Non connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda GianniBert » 22/04/2013, 19:05

Bremen ha scritto:Che si possano contare facilmente sono 80...contando che si vede solo il davanti si può raddoppiare o triplicare....


Quello è solo uno dei pacchetti di uova. Ce ne sono 3.
Sono sulla stessa linea di F. cunicularia.
Messor capitatus - Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Camponotus cruentatus - Formica sanguinea - Formica cinerea
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 3758
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda GianniBert » 20/05/2013, 18:04

20 maggio.
Da alcuni giorni hanno cominciato a schiudersi i bozzoli primaverili, e alcuni sono stati aperti in anticipo, lasciando pupe nude in metamorfosi quasi completa.
Come anche l'anno scorso, sono nati dei maschi alati, di cui alcuni sono stati mangiati ancora allo stadio di pupa.
Perché siano stati mangiati è ipotizzabile nella possibilità che fossero comunque morti, a meno che sia un lieve calo di cibo animale a spingere sanguinea a cannibalizzarli.
Gli alati sono molto più numerosi dell'anno precedente, ma sono molte anche le pupe di operaie, e la covata quest'anno è almeno 3 volte più numerosa della primavera scorsa.
Ora ci sono alcune centinaia di bozzoli pronti e parecchie uova appena deposte, più un notevole numero di larve a diversi stadi. Ci sono due stanze adibite all'imbozzolamento, come fa anche F. cunicularia, cosparse di detriti e pavimentate di cotone lavorato.

Spoiler: mostra
IMG_2315.JPG
I primi alati dell'anno...
Messor capitatus - Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Camponotus cruentatus - Formica sanguinea - Formica cinerea
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 3758
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda PomAnt » 21/05/2013, 22:51

complimenti Gianni i tuoi diari e le tue foto sono sempre più belli! :clap: :smile:
NEOFITI! diffidate da chi lucra sulla nostra passione! e visitate invece la nostra "BANCA DELLE REGINE"! . . . Xmod1 e Xmod2

Per rendere piacevole e pratica consultazione dei diari quest'anno sperimenterò DIARI e COMMENTI in discussioni parallele.
DIARIO ex semicattività: Lasius emarginatus e DISCUSSIONE parallela ° ° ° DIARIO Serviformica sp. e DISCUSSIONE parallela
DIARIO ex semicattività: Camponotus vagus e DISCUSSIONE parallela ° ° ° DIARIO Formica sanguinea e DISCUSSIONE parallela
DIARIO Camponotus ligniperda e DISCUSSIONE parallela ° ° °

Unisciti alla nostra "sacra" alleanza di colonie virtuali su: Antzzz, (l'unico gioco online sulle formiche); ma pima contattami quì con un messaggio privato!
Avatar utente
PomAnt
moderatore
 
Messaggi: 2663
Iscritto il: 12 mar '11
Località: Trentino
  • Non connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda gig » 05/06/2013, 13:54

enrico ha scritto:Che belle! Visti i tuoi precedenti diari favolosi ogni volta che ti prendi una nuova specie é sempre una cosa bella per tutti :lol: :clap:

Quoto. Ave GianniBert :-D :clap:
Avatar utente
gig
larva
 
Messaggi: 188
Iscritto il: 5 lug '12
Località: Calabria
  • Non connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda LasiusNiger » 05/06/2013, 15:04

Gianni N°1, i tuoi diari sono dei capolavori :clap: :clap: :clap:
Colonie:
- Lasius niger regina + 10 operaie

In Fondazione:
- Camponotus vagus
LasiusNiger
uovo
 
Messaggi: 69
Iscritto il: 25 apr '13
Località: Abruzzo
  • Non connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda GianniBert » 31/08/2013, 1:08

Aggiorno brevemente, seguiranno foto appena possibile.
La colonia ha superato l'estate con una fortissima produzione di nuove operaie; ci sono state frequenti deposizioni, con serie ben distinte, come se la regina decidesse ogni volta che era il momento migliore per accelerare la crescita della popolazione.
Adesso le figlie effettive sono forse 1000-15000. Alcune stanze del capace nido sono state adibite a deposito scorie di ogni tipo, e ho riscontrato delle preferenze nella scelta delle camere dove impupare le larve, dove vengono smembrate le prede, o dove la regina va a deporre.
Ancora non so se sia questione di umidità temperatura, o che altro.
I bozzoli ad esempio vengono sempre tenuti a "maturare” nelle stanze in alto a sinistra del nido, ma a 3-4 livelli dalle gallerie di entrata. Non mi sembra che queste stanze siano più riscaldate, né possono essere più umide o asciutte di altre nelle stesse condizioni.
Ci vorrebbe una strumentazione che non ho, per verificare questo fatto.
Per ora vi lascio con questo enigma.

Credo che porterò il nido a Entomodena prossimo; è una bella colonia, ben in salute, e la regina solitaria sta comportandosi bene, perfettamente in linea con le sorelle del suo Gruppo.
Le operaie sono sempre molto coraggiose e aggressive: attaccano qualsiasi tipo di preda venga messa in arena, e la uccidono rapidamente, con efficienza.
Rimane decisamente una delle formiche più dinamiche che ho allevato finora.

Nel frattempo ho catturato (giovedì 22 agosto) una nuova regina che se ne andava a zonzo sulla cima del monte Legnone, in Lombardia. La quota di ritrovamento era di 2610 m! Il terreno era totalmente arido e sassoso, e non vi erano formicai nella zona, per cui suppongo sia stata portata lì dal vento e destinata a una fine ingloriosa.
A tutt'oggi questa formica è sfuggita a tutti i miei tentativi di farla adottare dalle serviformica.
Ha fatto secche prima 4 operaie, poi 6, alcune decapitandole. Un vero killer!
Nè stabulazione in frigorifero, né polvere di caffè hanno sortito effetti positivi.
Purtroppo non ho potuto somministrarle i bozzoli che avrebbero risolto i problemi, in questo momento non ne riesco ad ottenere.
Spero che resista ancora un poco e si alimenti anche da sola, mentre cerco bozzoli adatti.
C'è anche la possibilità che non sia veramente fecondata, ma ovviamente non si può dirlo con certezza solo dal comportamento.
Sicuramente ha carattere!
Messor capitatus - Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Camponotus cruentatus - Formica sanguinea - Formica cinerea
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 3758
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda GianniBert » 01/09/2013, 23:23

Riguardo alla nuova regina, finalmente sono riuscito a porre rimedio.
Nel pomeriggio, durante una visita al parco del Ticino, sono riuscito a rinvenire un grosso nido di Formica cinerea. Questa volta ho avuto modo di misurarlo e osservarlo per bene, ed è ancor più chiaro perché Rigato mi disse che Formica cinerea non è normalmente usata come bersaglio di Polyergus, né potrebbe esserlo di F. sanguinea.

Il nido in questione era circa 3 metri di estensione x 1 in larghezza, con decine di uscite pattugliate, e tutto il terreno intorno era presidiato dalle sue pattuglie. Nessuna colonna di amazzoni potrebbe attaccare impunita un simile nido senza venire a sua volta accerchiata. Le formiche si sono dimostrate estremamente aggressive e hanno difeso la mia invasione coraggiosamente.
Per loro sfortuna ho un allungo migliore, e ho vinto io. E' bastato rivoltare alcune foglie secche ricoperte di sabbia leggera, e ho catturato alcune centinaia di bozzoli senza fatica e senza danneggiarli, né danneggiare particolarmente il nido: era tutto praticamente in superficie (erano le 4,30 del pomeriggio, e la zona era già in ombra).

Spoiler: mostra
Nido F. cinerea.jpg
Una sezione del nido saccheggiato nel pomeriggio


Così ho potuto riportare un buon bottino per rifornire sia la mia colonia di Polyergus, che la grande colonia di sanguinea, nonché assistere la nuova regina.
La solitaria è stata molto rapida nel raccogliere i bozzoli sparsi, farne una collinetta, e devo dire che anche solo per avvicinarmi a fotografarla, ho visto che ha delle reazioni estremamente protettive: si lancia subito verso il pericolo, come se dovesse difendere i bozzoli ad ogni costo.
Adesso spero solo che la schiusa delle prime operaie sia rapida, perché è necessario che sia assistita prima possibile nel suo nuovo lavoro! Speriamo bene!

Spoiler: mostra
F. sanguinea Legnone 1.jpg
La regina protettiva a volte siede sul cumulo di bozzoli come se volesse "covarli”. Qui si era appena lanciata verso di me (è molto sensibile al movimento visivo).
Messor capitatus - Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Camponotus cruentatus - Formica sanguinea - Formica cinerea
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 3758
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda Dorylus » 02/09/2013, 8:46

Benissimo , sono contento che tu abbia ottenuto finalmente dei bozzoli per la nuova regina :)
Sono curioso di vedere se le ausiliarie della colonia grande uccideranno le Formica cinerea come fanno le mie con Formica gagates o le terranno buone .
In allevamento : Camponotus ligniperda, C. cruentatus, C. nylanderi, Formica cunicularia, F. fusca,F. lemani, Polyergus rufescens, Lasius platythorax, Lasius paralienus, Tetramorium caespitum, Temnothorax alienus, T. exilis, T. recedens, Pheidole pallidula
Avatar utente
Dorylus
moderatore
 
Messaggi: 5128
Iscritto il: 11 ott '11
Località: Seveso (MB)
  • Non connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda GianniBert » 02/09/2013, 8:55

Dovrò controllare. Per ora la sorpresa è che sono già nate alcune ausiliarie per la regina solitaria, ancora bianchicce. Questo è un sollievo per lei.
Cosa succederà nella colonia più grande sarà più difficile capirlo, data la densità della popolazione, ma ho visto che le operaie appena nate sono nettamente più piccole delle originali, quindi è possibile che ce la faccia a vedere se succede qualcosa di anomalo; le nascite dovrebbero essere contemporanee...
Messor capitatus - Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Camponotus cruentatus - Formica sanguinea - Formica cinerea
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 3758
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

PrecedenteProssimo

Torna a Formica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Judas, Yahoo [Bot] e 4 ospiti