Aiuto per moria di Messor capitatus

Aiuto per moria di Messor capitatus

Messaggioda Bosco » 17/04/2017, 12:12

Ciao a tutti.
Avrei bisogno dell'aiuto di qualche allevatore più esperto per una colonia che sta affrontando la sua seconda primavera.
Il numero prima dell'ibernazione aveva raggiunto circa 30 operaie, con le prime sub-major.
Il risveglio non aveva presentato grossi problemi se non la perdita di qualche operaia, fatto che avevo considerato fisiologico.
Nel corso di questi mesi ho notato qualche morte sporadica che non mi lasciava molto tranquillo, ma che allo stesso tempo non sembrava rappresentare una minaccia. Negli ultimi giorni però sto assistendo a delle morti quotidiane e attualmente il numero totale delle operaie e sceso sotto la decina. Ho perso anche gli esemplari più grossi.
Sono alimentate con camole che allevo io e che non dovrebbero avere contaminazioni di parassiti. Per gli zuccheri fornisco in maniera variabile zucchero di canna e miele di acacia o di melata.
Non mancano nella loro dieta semi da mangime per uccelli (prevalentemente miglio).
Non le ho ancora osservate sotto ingrandimento, ma non mi pare che possa trattarsi di acari.
La provetta ha ancora acqua , ma per il timore che potesse essere insufficiente a inumidire tutto il cotone ho aggiunto una seconda provetta in arena (ma le morti invece che calare sono aumentate).
La colonia ha una decina di pupe e qualche piccola larva. Non mi sembra di vedere uova.
Qualcuno ha qualche proposta per salvare la situazione? Sono un po' demoralizzato. Nonostante gli sforzi non riesco mai ad avere uno sviluppo soddisfacente.
Grazie a tutti.
-
Avatar utente
Bosco
larva
 
Messaggi: 123
Iscritto il: 1 lug '11
Località: Cesena (FC)
  • Non connesso

Re: Aiuto per moria di Messor capitatus

Messaggioda PreemPAlver » 17/04/2017, 12:32

Allora partiamo dall'errore: non va fornito miele o zucchero alle Messor. Esse traggono tutti gli zuccheri di cui hanno bisogno dai semi! I semi quindi non sono un aggiunta alla dieta, ma sono indispensabili!!
Non fornire più miele o zucchero!

Ora io farei così.
Prima cosa fatti coraggio e cambia provetta alla colonia con una ben preparata e con il serbatoio pieno di acqua.
Io le trasferirei, se hai mano, ribaltandole direttamente nella nuova provetta, e poi la aprirei in arena , un arena nuova e pulita.
Se non hai mano prepara la provetta nuova mettila in arena, metti del cotone a restringere l'ingresso è un pezzo di cannuccia a fare da entrata, poi ribalta la colonia in arena e vedrai che si sistema da sola in provetta.

Per l'alimentazione ok il mix per canarini, ma dato che la colonia ha solo minor potrebbero fare fatica a aprire i semi che sono un po' duri. La soluzione migliore è dare dei semi di tarassaco, che in questa stagione trovi facilmente in qualunque prato ( i soffioni) e sono più teneri, oppure devi schiacciargli un po' tu I semi per canarini prima di darglieli.
E ovviamente continua a fornire proteine sotto forma di tarme.

Se hai altri dubbi ci sono.
Le mie formiche


Spoiler: mostra
ARGOMENTO DA AGGIORNARE :S

Minicolonie in arena :
Camponotus vagus (regina più 50 operaie) http://formicarium.it/forum/viewtopic.php?f=9&t=9571
Pheidole pallidula ( regina più 40 operaie almeno e 2 soldati) http://formicarium.it/forum/viewtopic.php?f=16&t=10310
Camponotus aethiops ( regina più 18 operaie)
Formica fusca( regina più 18 operaie)
Lasius sp X 4 ( 3 X 30 operaie, 1X15 operaie)

In fondazione in provetta

Aphaenogaster subterranea (regina più due operaie)
Formica gagates (regina più 10 operaie)
Solenopsis fugax ( 4 regine)
Crematogaster scutellaris ( 7 regine)
Lasius paralienus ( 2 regine)
Camponotus truncatus( regina più operaia)
Camponotus ligniperda
Tetramorium sp ( 3 X regine ognuna con prime operaie)
Messor wasmanni
Camponotus nylanderi ( regina più 6 operaie)
Myrmica sp.( 4 regine + 3 regine)
Camponotus aethiops ( regina più 6 operaie) http://formicarium.it/forum/viewtopic.php?f=9&t=10041
Lasius emarginatus ( regine X 4 ognuna con una decina di operaie)
Avatar utente
PreemPAlver
larva
 
Messaggi: 256
Iscritto il: 8 mar '15
Località: Verona/Milano/Ospedaletto Euganeo/Torri del benaco
  • Non connesso

Re: Aiuto per moria di Messor capitatus

Messaggioda bengala » 17/04/2017, 16:10

Ciao!
Escluderei siano morte per disidratazione, mi pare di capire tu abbia fornito sufficiente umidità, inoltre ne vedresti i segni sui cadaveri e sulle larve, cui impedirebbe il corretto sviluppo.
Agente patogeno? Speriamo di no perché in quei casi non c'è molto da fare.
Credo invece che la moria possa essere causata da una qualche sostanza che indirettamente e a tua insaputa le sta avvelenando​, poniti domande del genere:
La colonia è peggiorata da quando è stata aperta in arena? Hai altre colonie nella stessa stanza? Hai animali domestici su cui applichi antiparassitari ? Tu ( o chiunque altro) potreste aver usato prodotti potenzialmente dannosi per una colonia che si sviluppa in un ambiente angusto e magari con scarsa aerazione? Fornellini antizanzare?
Nel frattempo controllale con una bella lente e vedi se possono essere affette da qualche parassita.
Avatar utente
bengala
pupa
 
Messaggi: 436
Iscritto il: 20 nov '13
Località: Firenze
  • Non connesso

Re: Aiuto per moria di Messor capitatus

Messaggioda Bosco » 17/04/2017, 19:18

Dunque, ho osservato attentamente la colonia sotto ingrandimento e non ho notato parassiti.
Per quanto riguarda sostanze potenzialmente nocive mi sentirei di escluderlo. Non faccio uso di antiparassitari di nessun genere e direi che in casa non ci sono altre sostanze volatili che siano nocive per le formiche. Potrei semmai dare la colpa a qualche microrganismo patogeno che può essersi sviluppato sul cotone della provetta, ma in quel caso non potrei farci nulla.
Ad ogni modo la colonia è stata trasferita in una nuova provetta, così ho approfittato per dare una bella pulita all'arena.
Ho fornito anche semi di tarassaco. Avevo ridotto la somministrazione di semi perché noto che ne hanno una grandissima scorta (ah, il miglio l'ho sempre rotto con delle pinzette prima di fornirlo). Chissà che comunque una variazione nella tipologia di semi non gli faccia bene...
Penso che ora non mi resti che attendere. Spero che si riprendano bene... Avrei voluto che in questo secondo anno avessero un bello sviluppo numerico. Purtroppo però nel trasferimento ho visto solo una decina di pupe e quasi nessuna larva. Ho il sospetto che non stessero troppo bene da qualche tempo e che la morìa sia stato solo l'esito più evidente.
Stiamo a vedere. Magari fra qualche giorno aggiorno il post.
Intanto grazie.
-
Avatar utente
Bosco
larva
 
Messaggi: 123
Iscritto il: 1 lug '11
Località: Cesena (FC)
  • Non connesso

Re: Aiuto per moria di Messor capitatus

Messaggioda PreemPAlver » 17/04/2017, 19:22

Ultima domanda per guardare il problema sotto tutto i punti di vista: a che temperatura sono?
Non che ne spieghi una moria così evidente ma magari ci aiuta a capire...
Le mie formiche


Spoiler: mostra
ARGOMENTO DA AGGIORNARE :S

Minicolonie in arena :
Camponotus vagus (regina più 50 operaie) http://formicarium.it/forum/viewtopic.php?f=9&t=9571
Pheidole pallidula ( regina più 40 operaie almeno e 2 soldati) http://formicarium.it/forum/viewtopic.php?f=16&t=10310
Camponotus aethiops ( regina più 18 operaie)
Formica fusca( regina più 18 operaie)
Lasius sp X 4 ( 3 X 30 operaie, 1X15 operaie)

In fondazione in provetta

Aphaenogaster subterranea (regina più due operaie)
Formica gagates (regina più 10 operaie)
Solenopsis fugax ( 4 regine)
Crematogaster scutellaris ( 7 regine)
Lasius paralienus ( 2 regine)
Camponotus truncatus( regina più operaia)
Camponotus ligniperda
Tetramorium sp ( 3 X regine ognuna con prime operaie)
Messor wasmanni
Camponotus nylanderi ( regina più 6 operaie)
Myrmica sp.( 4 regine + 3 regine)
Camponotus aethiops ( regina più 6 operaie) http://formicarium.it/forum/viewtopic.php?f=9&t=10041
Lasius emarginatus ( regine X 4 ognuna con una decina di operaie)
Avatar utente
PreemPAlver
larva
 
Messaggi: 256
Iscritto il: 8 mar '15
Località: Verona/Milano/Ospedaletto Euganeo/Torri del benaco
  • Non connesso

Re: Aiuto per moria di Messor capitatus

Messaggioda Bosco » 17/04/2017, 19:28

Sono a temperatura ambiente. In casa ho una temperatura sui 23 gradi, perciò penso che non c'entri. Mi sarebbe piaciuto provare ad accelerare lo sviluppo tenendole al caldo, ma non ho mai trovato delle soluzioni che mi lasciassero tranquillo, perciò ho lasciato perdere...
-
Avatar utente
Bosco
larva
 
Messaggi: 123
Iscritto il: 1 lug '11
Località: Cesena (FC)
  • Non connesso

Re: Aiuto per moria di Messor capitatus

Messaggioda Guglielmo » 18/04/2017, 10:52

ciao bosco
se vuoi un mio consiglio, a questo punto riscaldale pure - usa un tappetino o un cavetto riscaldante (non troppo potente però - 7 o 10 W possono bastare). Il caldo farà accelerare la trasformazione delle pupe e così avrai nuove operaie che possono rimpinguare la colonia. Fai in modo che però sia riscaldata solo una parte dell'arena, in modo che la colonia posso scegliere se spostarsi al caldo oppure no. Non mettere la provetta sulla fonte di calore, o si formerà la condensa. Io ho riscaldato a 25°C sia le Messor minor, che le Messor capitatus, e il risultato è stata una grande deposizione di uova.
in bocca al lupo
Spoiler: mostra
Colonie:
Aphaenogaster campana
Aphaenogaster iberica
Camponotus aethiops
Camponotus lateralis
Camponotus marginatus
Camponotus ligniperda
Camponotus nylanderi
Camponotus vagus
Cataglyphis sp.
Colobopsis truncata
Formica cunicularia
Formica fusca
Formica sanguinea
Messor capitatus
Messor minor
Solenopsis fugax
Temnothorax sp.
Tetramorium sp.
Tetramorium meridionale
+ qualche esotica al museo
Avatar utente
Guglielmo
moderatore
 
Messaggi: 424
Iscritto il: 15 ott '14
Località: Napoli
  • Non connesso

Re: Aiuto per moria di Messor capitatus

Messaggioda Bosco » 18/04/2017, 17:35

Ciao Guglielmo. Grazie del consiglio. Ma dici che poi la colonia sposta le pupe fuori dalla provetta e le tiene all'aperto in arena?
-
Avatar utente
Bosco
larva
 
Messaggi: 123
Iscritto il: 1 lug '11
Località: Cesena (FC)
  • Non connesso

Re: Aiuto per moria di Messor capitatus

Messaggioda yurj » 18/04/2017, 19:41

Sì può succedere.
Spoiler: mostra
In allevamento:
Camponotus barbaricus - C. cruentatus - C. ligniperda - C. nylanderi - C. vagus
Formica sanguinea
Lasius emarginatus
Myrmica hellenica
Avatar utente
yurj
moderatore
 
Messaggi: 2026
Iscritto il: 4 mar '15
Località: Lugagnano Val d'Arda (PC)
  • Non connesso

Re: Aiuto per moria di Messor capitatus

Messaggioda Bosco » 04/05/2017, 21:44

Aggiornamento

Dopo il trasferimento in una nuova provetta la moria si è arrestata (sarà stata una coincidenza o il fattore causale era legato alla vecchia provetta?).
Le pupe già presenti hanno ultimato lo sviluppo, ma ho tristemente constatato che sono estremamente piccole. Mi sembrano lo siano ancora di più di quelle della prima generazione alimentate dalle sole riserve della regina.
Allo stesso tempo, proprio ieri, ho appurato che la regina non sta deponendo. Avevo già il sospetto, ma speravo che ci fosse qualche uovo in zone poco visibili sotto al cotone. Alla fine ho voluto vederci chiaro e ho sollevato la provetta dall'arena, ma di uova nessuna traccia.
Aggiungo alle informazioni che ho anche acquistato un cavetto riscaldante. Sono riuscito a posizionarlo in modo da avere 25°in arena, ma purtroppo non si vedono effetti (se non, forse, un più rapido sviluppo delle ultime pupe presenti).
Non so più bene che fare... Stavo pensando di tenerle al buio e cercare di disturbarle ancora meno, ma ho paura che in quel caso lo stress della luce nei momenti in cui le vado ad alimentare sia ancora più deleterio.
Sperando in una ripresa vi ringrazio ancora per i consigli
-
Avatar utente
Bosco
larva
 
Messaggi: 123
Iscritto il: 1 lug '11
Località: Cesena (FC)
  • Non connesso

Re: Aiuto per moria di Messor capitatus

Messaggioda Sara75 » 05/05/2017, 9:05

Stai fornendo semi della giusta misura?
In genere i semi selvatici di tarassaco o di altre prative, se piccoli e facilmente trasportabili dalle operaie sono subito raccolti e immagazzinati. I classici semi del misto per uccelli da gabbia vanno formiti triturati nei primi tempi, per permettere alle mandibole ancora piccole delle prime operaie di sgusciarli facilmente.
Io non fornisco mai miele o zucchero alle Messor, notando che preferiscono ricavare i carboidrati dal "pane" che si fabbricano loro.
Solo al risveglio dall'ibernazione aggiungo un poco di miele, che non è comunque molto gradito.
„L'uomo nella sua arroganza si crede un'opera grande, meritevole di una creazione divina. Più umile, io credo sia più giusto considerarlo discendente degli animali.“ _Charles Darwin.

http://pikaia.eu/
Avatar utente
Sara75
moderatore
 
Messaggi: 2137
Iscritto il: 12 ott '13
Località: Genova
  • Non connesso

Re: Aiuto per moria di Messor capitatus

Messaggioda Bosco » 05/05/2017, 20:34

Ho sempre fornito semi con regolarità, rompendo quelli grossi. In effetti il tarassaco l'ho dato solo recentemente, ma mi pare che non lo considerino.
Può essere che sia scarsa la varietà. Il misto che ho preso contiene quasi solo miglio. La cosa che mi stupisce è che non ho cambiato nulla rispetto a quanto facevo l'anno scorso, ma la situazione è cambiata radicalmente.. mah..
-
Avatar utente
Bosco
larva
 
Messaggi: 123
Iscritto il: 1 lug '11
Località: Cesena (FC)
  • Non connesso


Torna a Messor

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 12 ospiti