Storia di una colonia di Messor capitatus

Re: Storia di una colonia di Messor capitatus

Messaggioda GianniBert » 20/10/2011, 19:13

Questa cosa della produzione dei sessuati e delle sciamature sembra non avere veramente regole precise invalicabili.
Una delle cose che Rigato mi diceva oggi è che la sciamatura può avvenire (parlando di Messor) all'inizio o alla fine della stagione. Non so quanto sia fondata questa affermazione. Domani chiederò dettagli più concreti. Delle mie in cattività, lui dice che è possibile che abbiano perso il concetto delle stagioni, avendo falsato i loro ritmi per anni...
E' persino possibile che le Crematogaster in questione sciamino la primavera prossima! So solo che nel caso delle Camponotus mi ha confermato che i sessuati vengono prodotti a ridosso dell'inverno per sciamare presto in primavera. Perché anche le altre adattabili specie non potrebbero comportarsi nello stesso modo, a fronte di annate anomale come questa, dove la primavera è tardata a venire e l'estate si è protratta oltre i limiti consentiti?
Messor capitatus - Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Camponotus cruentatus - Formica sanguinea - Formica cinerea
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 3709
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Storia di una colonia di Messor capitatus

Messaggioda Robybar » 20/10/2011, 20:12

E' anche vero che da me oltre a 2-3 temporaloni pazzschi ma brevi (sufficienti per le messor) l'estate contnua a protrarsi in modo esorbitante...
Oggi, se il cielo non fosse stato offuscato dalle nuvole, si avrebbe potuto benissimo andare al mare...
Spero solo che le Crematogaster non abbiano già sciamato a mia insaputa...cosa praticamente impossibile, dato che ogni anno i sesuati di C.scutellaris invadono casa mia riempiendo tutti gli angoli di maschi morti e regine dealate...
tutti gli anni nn mi prendevo mai la briga di raccogliere qualche regina... solo quest'anno le C.scutellaris hanno deciso di prendermi per il :censored: :censored: :censored: :censored:
Spoiler: mostra
Camponotus aethiops (fondazione)
Camponotus nylanderi (fondazione)
Crematogaster scutellaris (fondazione)
Pheidole pallidula
Messor wasmanni x2
Lasius cfr emarginatus (fondazione)
Robybar
major
 
Messaggi: 1780
Iscritto il: 16 set '11
Località: Catanzaro lido
  • Non connesso

Re: Storia di una colonia di Messor capitatus

Messaggioda mayx » 20/10/2011, 20:58

Posso chiedervi una cosa, nella mia più totale ignoranza? Quando la regina sarà cresciuta ed avrà le ali per volare, che farai? La libererai in un luogo di sciamatura della stessa specie? In quanto so che senza il volo in cattività tranne che per le formiche che gemmano...non ci sono possibilità!
Comunque...è commovente la bellezza della natura! complimenti per la passione ed esperienza che metti in ciò che fai :)
Colonie
Camponotus cruentatus
Camponotus barbaricus

Regine: Messor capitatus
Avatar utente
mayx
media
 
Messaggi: 956
Iscritto il: 28 set '11
Località: Piazza Armerina (EN) e Catania, Sicilia
  • Non connesso

Re: Storia di una colonia di Messor capitatus

Messaggioda GianniBert » 21/10/2011, 21:14

Io non credo che si arriverà a vederle sciamare.
Non sono nemmeno in numero sufficiente per giustificare il tentativo, ma non si sa mai cosa possano fare le formiche. Questa è la prima volta che la colonia produce sessuati, e non mi pongo il problema per ora, anche perché i primi nidi di Messor sono a una decina di km di distanza da casa mia.
In ogni caso per quest'anno non credo se ne farà nulla, nessuna regina ha ancora mosso un passo, e fuori ci sono già 12 gradi.
Messor capitatus - Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Camponotus cruentatus - Formica sanguinea - Formica cinerea
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 3709
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Storia di una colonia di Messor capitatus

Messaggioda Ruben » 21/10/2011, 22:51

Arrivo in ritardo , solo adesso ho letto questa perla di Gianni... Davvero eccezzionale!!!!
era molto che non leggevo articoli cosi avvincenti e istruttivi,grazie!!!
La mia colonietta di capitata ha molta strada ancora da fare :winky:
-
Avatar utente
Ruben
moderatore
 
Messaggi: 1051
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Roma
  • Non connesso

Re: Storia di una colonia di Messor capitatus

Messaggioda Fedepile » 24/10/2011, 21:05

Gianni grande descrizione! Mi hai commosso :oops:
E ho avuto l onore di vederla questa colonia!!!
In allevamento:
Messor minor: 1 regina e 6 operaie
Messor minor: 1 regina e 2 operaie
Avatar utente
Fedepile
larva
 
Messaggi: 126
Iscritto il: 24 ott '11
Località: Terno d'Isola (BG)
  • Non connesso

Re: Storia di una colonia di Messor capitatus

Messaggioda GianniBert » 25/10/2011, 9:43

E' stata necessaria più di una settimana di gestazione per avere la pigmentazione finale e la prima attività di una di queste regine, nonostante il notevole aiuto dei termosifoni accesi in casa. Solo per stirare le ali e muovere i primi passi la regina osservata ci ha messo più di mezza giornata, leccata assiduamente da uno stuolo di ancelle premurose.

Nella prima foto, quella che sembra una larva al centro, è in realtà il mozzicone di un'ala nel suo astuccio (o forse solo accuratamente ripiegata e arrotolata) che le operaie svolgeranno e leccheranno per ore.

Spoiler: mostra
Messor regine 10-24a.JPG

Messor regine 10-24b.JPG


Altra foto: con le ali ormai distese, la regina non è ancora perfettamente mobile. Solo in nottata sarà finalmente in grado di muoversi e cercherà subito un luogo riparato dove rifugiarsi. Veder schiudere una regina in una colonia che si è accudita per anni è una soddisfazione e un premio alla pazienza necessaria dai numerosi traslochi, dubbi e momenti anonimi.

Spoiler: mostra
Messor regine 10-24e.JPG


Alcune brevi sequenze riprese per testimoniare l'attenzione con cui le “ancelle” si occupano della schiusa (anche se è un termine inappropriato). Scusate per gli inevitabili riflessi, ma era una situazione difficile per i miei mezzi!

Spoiler: mostra


Messor capitatus - Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Camponotus cruentatus - Formica sanguinea - Formica cinerea
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 3709
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Storia di una colonia di Messor capitatus

Messaggioda LUomoNero » 25/10/2011, 9:58

Il video è spettacolare, così come anche le foto e, più in generale, quello che sta accadendo nella tua colonia. Ancora nulla la produzione di maschi? Qualora non vengano "prodotti", le neo-regine riuscirebbero a trascorrere l'inverno all'interno del formicaio?
Avatar utente
LUomoNero
minor
 
Messaggi: 711
Iscritto il: 17 ago '11
Località: Cosenza
  • Non connesso

Re: Storia di una colonia di Messor capitatus

Messaggioda Fedepile » 25/10/2011, 9:59

Incredibile Gianni! Un premio alla pazienza e perseveranza :clap: :-D
In allevamento:
Messor minor: 1 regina e 6 operaie
Messor minor: 1 regina e 2 operaie
Avatar utente
Fedepile
larva
 
Messaggi: 126
Iscritto il: 24 ott '11
Località: Terno d'Isola (BG)
  • Non connesso

Re: Storia di una colonia di Messor capitatus

Messaggioda luca321 » 25/10/2011, 10:54

I miei più sentiti complimenti :clap:

Una curiosita, i maschi nascono in concomitanza alla nascita delle regine oppure la loro nascita è dettata da altri fattori?
IMPORTANTE!



Colonie allevate:
Lasius flavus;Lasius emarginatus;Messor capitatus; Formica sp.
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------
Lasius flavus:
Diario e Foto della colonia
Lasius emarginatus:
Foto della colonia
Avatar utente
luca321
moderatore
 
Messaggi: 2892
Iscritto il: 21 set '11
Località: Bologna
  • Non connesso

Re: Storia di una colonia di Messor capitatus

Messaggioda GianniBert » 25/10/2011, 11:07

I maschi degli Imenotteri nascono da uova non fecondate, che possono essere prodotte anche dalle operaie (uova trofiche) se portate a maturazione.
Il fatto che non nascano maschi o nascano "in differita” dovrebbe essere normale. Non sempre e non tutte le colonie producono in simultanea entrambi i sessuati. Questo diminuisce il pericolo di incesto (che fra gli insetti è relativamente incisivo) ma aumenta le possibilità di scambio genetico fra colonie. Ovviamente è più oneroso produrre regine che uno stuolo di maschi, oltre che più remunerativo.
Che siano nate solo due regine non mi stupisce nemmeno tanto: la colonia è davvero piccola nell'ordine di dimensione di una normale colonia selvatica di capitatus. Inoltre c'è tutto il tempo di creare una generazione più varia e numerosa entro l'estate prossima.

Al volo nuziale, come ho già detto non penso per ora.
In ogni caso la mia colonia d'estate stanzia sul davanzale della finestra, perfettamente libera di lanciare eventuali alati, anche se non ci sono (credo) nidi di capitatus nel raggio di almeno 10 km in linea d'aria.
Messor capitatus - Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Camponotus cruentatus - Formica sanguinea - Formica cinerea
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 3709
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Storia di una colonia di Messor capitatus

Messaggioda feyd » 25/10/2011, 11:16

Gianni la il problema credo sia la pioggia senza la quale non sciameranno ed a quel punto avrai reginein casa per moooolto tempo.

Anvedi sti bamboccioni che non vogliono andare via di casa :lolz:
Avatar utente
feyd
moderatore
 
Messaggi: 5480
Iscritto il: 7 lug '11
Località: campagnano(RM)
  • Non connesso

Re: Storia di una colonia di Messor capitatus

Messaggioda Fedepile » 25/10/2011, 14:15

Feyd :lol:
Secondo me potresti ricreare le condizioni della "pioggia" innaffiando il terrario nella sua zona emersa. Quasi impossibile più che altro e' ricreare il tasso d umidità naturale, ottenuto dal sole dopo la pioggia ...
Ma vedrai che in un modo o nell altro si adatteranno ;)
In allevamento:
Messor minor: 1 regina e 6 operaie
Messor minor: 1 regina e 2 operaie
Avatar utente
Fedepile
larva
 
Messaggi: 126
Iscritto il: 24 ott '11
Località: Terno d'Isola (BG)
  • Non connesso

Re: Storia di una colonia di Messor capitatus

Messaggioda luca321 » 25/10/2011, 19:33

Quindi si potrebbe pensare che le colonie con abbondante fonte di nutrimento creino maggiormente regine, dando il compito a quelle più povere in cibo, di creare maschi?

Può essere un'ipotesi plausibile?
IMPORTANTE!



Colonie allevate:
Lasius flavus;Lasius emarginatus;Messor capitatus; Formica sp.
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------
Lasius flavus:
Diario e Foto della colonia
Lasius emarginatus:
Foto della colonia
Avatar utente
luca321
moderatore
 
Messaggi: 2892
Iscritto il: 21 set '11
Località: Bologna
  • Non connesso

Re: Storia di una colonia di Messor capitatus

Messaggioda Robybar » 25/10/2011, 20:18

Eccezzionale, ecczzionale ciò che sta succedendo nel tuo nido ed anche le nuove regine neosfarfallate.
Complimentissmi ancora!

luca321 ha scritto:Quindi si potrebbe pensare che le colonie con abbondante fonte di nutrimento creino maggiormente regine, dando il compito a quelle più povere in cibo, di creare maschi?

Può essere un'ipotesi plausibile?


Una colonia ben sviluppata nella norma produce entrambi i sessi.
Spoiler: mostra
Camponotus aethiops (fondazione)
Camponotus nylanderi (fondazione)
Crematogaster scutellaris (fondazione)
Pheidole pallidula
Messor wasmanni x2
Lasius cfr emarginatus (fondazione)
Robybar
major
 
Messaggi: 1780
Iscritto il: 16 set '11
Località: Catanzaro lido
  • Non connesso

PrecedenteProssimo

Torna a Messor

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti