Cataglyphis italica diario di Quercia

Cataglyphis italica diario di Quercia

Messaggioda quercia » 03/04/2012, 13:33

Immagine

Dopo l'esperienza fallimentale dello scorso anno, ci riprovo con questa fantastica specie.
La mia precedente esperienza è fallita a causa della difficoltà di questa specie unita alla mia inesperienza ed a un sistema di antifuga sbagliato, quelle che non sono fuggite sono morte avvelenate.


21/03/2012

Ho scoperto che da me sono molto comuni. ho già identificato 3 nidi nel solito campetto di calcio dietro casa dove porto i cani.
Ho provato a scoperchiare l'uscita di un nido smuovendo non più di 3 cm di terra... ed ecco sbucare fuori operaie minor e major prese dal panico.
Ho deciso allora di prelevare un paio di quelle che credevo regine ed un pò di operaie e ritentare l'esperienza.
il mio obbiettivo primario è solo uno: cercare di non farle morire questa volta!!!!!!!!!!!!!!!!!

Arrivato a casa mi sono reso dell' errore: erano 2 major non due regine..... sono tornato di corsa ad esplorare il nido. Ho scavato un bel pò e con delicatezza. Il nido consisteva in una lunga galleria vericale con piccoli "slarghi" ogni 10cm dove si intrattenevano poche operaie. A circa 30 cm ho trovato un ammasso di operaie ed una regina in una piccola stanza. Il nido continuava ancora in profondità allora ho ricoperto tutto senza pressare la terra ( cosi possono costruire meglio la nuova uscita).

Hanno una vista perfetta e sono velocissime... catturarle sul terreno con una provetta è davvero un 'impresa ma sono un pò prevedibili: una volta che hanno scelto la direzione in cui fuggire basta mettere li la provetta e loro ci entrano automaticamente in velocità!!! quando la ho sollevata e si rendono conto dell'errore è troppo tardi

non ho trovato uova e/o larve, forse erano in una stanza più in basso o forse si sono appena risvegliate e non mantengono la covata di inverno.


Dopo qualche ora in provetta per farle calmare, le ho messe in un contenitore per gelati con una provetta e un piccolo nido orizzontale ed ho scoperto che regine sono 2 :clap:
Metà colonia si è trasferita in provetta.
Ho anche assistito ad una scena comica durata vari minuti: un'operaia cercava di portare insistentemente una regina nella provetta con tirandola per le antenne e usando il trasporto sociale ma durante il viaggio si ritrovava sempre al punto di partenza. poi ho capito perchè...era ingannata dalla luce della cam che la seguiva confondendo i suoi punti di riferimento
Ho tenuto la luce fissa allora l'operaia è riuscita finalmente a portare la regina in provetta
. ma alla :queen: evidentemente la sistemazione non piaceva e fuggiva dal lato opposto dell'arena.
Tutto ciò si è ripetuto per un bel pò di volte ed è stato esilerante.
Oltre al divertimento ho capito che effettivamente sono molto a disagio, le regine si muovono molto e metà colonia è divisa e sempre in movimento.
Il tubicino di ingresso del nido è stato ignorato, credo perchè cercano più di andare verso il basso e non amano infilarsi in cunicoli orizzontali.
Inizio subito a costruire un nido verticale stretto ed alto, gallerie verticali con poche e piccole stanza,sezione in basso separata e sempre umida ed uscita in arena in verticale.
Hanno ignorato camole latte forse perchè troppo nervose. solo 5-6 operaie le hanno assaggiate senza troppo entusiasmo

22/03/2012

Su consiglio di feyd,ho coperto tutte le pareti dell'arena lasciandole al buio e finalmente si sono calmate e sistemate in provetta tranne alcune che pattugliano sempre l'arena.
E' stato facile togliere la provetta e chiuderla con dell'ovatta per poter forare l'arena in basso, dove ho collegato il nido che nel frattempo ho costruito.
Questa volta si sono fiondate nel tubo verticale e poi nel nido (un pò aiutate dalla forza di gravità a dire il vero) ma subito dopo le operaie hanno incominciato a trasportare il resto della colonia nel nuovo nido....tutto in meno di un ora
Ho creato un nido un pò particolare...mi vergogno a fotografarlo

23/03/2012

Ecco le foto del nido ieri sera subito dopo il trasferimento. ora la disposizione è un pò cambiata.
Ho alternato vari tipi di ambienti anche per capire quali tipi di spazi preferiscono e sembrano propioo preferire spazi stretti e verticali.
La parte a destra è in tufo leccese, molto compatto e fine, quella a sinistra in tufo edilizio, più grossolano e che si impregna di umidità.
Fin'ora l'idea sembra avere avuto successo.
Già ieri sera molte operaie la visitavano per fare un pò di "toeletta", oggi alcune vi stazionano addirittura.



Immagine
Immagine
Immagine


26/03/2012

ed infatti....mi sono fatto fregare
ieri hanno scelto in massa la sezione umidificata, che un realtà non era solo umida ma....satura
hanno quasi completamente sigillato la vista sul vetro dato che non erano abituate alla luce
mi toccherà escogitare qualcosa per prevenire scavi o costruire un nuovo modulo migliore
la parte secca del nido adesso è solo di passaggio
in compenso ci sono già le prime uova :clap: :clap:

30/03/2012

ecco come ho sistemato il nido
il pomeriggio il sole arriva nell'arena
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

le foto fatte alle formiche sono orrende...dovrete pazientare un pochino

01/03/2012

ho creato un sistema per umidificare parzialmente il modulo verticale sperando che più in la vi si trasferiscano in modo che possa sostituire il modulo orizzontale con uno meglio realizzato.
in effetti lo utilizzano molto di più ma la colonia preferisce il modulo umido esposto alla luce ambientale piùttosto che il modulo verticale oscurato
hanno ignorato zanzare e camole, hanno solo assaggiato ma ignorato un pezzo di banana ma gradiscono molto la soluzione di zucchero di canna.
le uova aumentano e c'è una federe nutrice che non se ne separa un secondo :love2:

03/03/2012

da ieri sera si è alzato un forte vento, la temperatura è scesa e le nubi aumentate e minaccia pioggia
la loro arena è in un corridoio che dà sul terrazzo, e la porta è quasi sempre aperta
forse hanno percepito il cambiamento climatico ed hanno sigillato l'ingresso in arena per difendersi dall'eventuale pioggia. ciònonostante 5 operaie sono in arena e la camola offerta ieri è stata trascinata nel tubo, spero che se ne cibino e non resti li a fare muffa :censored:

le uova sono 30-50 a occhio, divise in due gruppi e tenute gelosamente tra le mandibole da due operaie
Ultima modifica di quercia il 07/05/2015, 15:28, modificato 7 volte in totale.
Avatar utente
quercia
major
 
Messaggi: 3597
Iscritto il: 8 mag '11
Località: matera
  • Non connesso

Re: Cataglyphis italicus diario di Quercia

Messaggioda quercia » 05/04/2012, 15:11

05/04/2012

ieri pomeriggio alcune operaie si sono gonfiate i gastri con soluzione di zucchero di canna, si sono ritirate nel nido e hanno sigillato l'ingresso. Come da manuale stanotte ha piovuto :lol: sono ancora chiuse dentro e continua a piovere.
le userò per fare le previsioni del tempo.
la colonia ormai stabilizzata nella sezione umida che è anche la più bassa.
gruppetti di operaie sostano e pattugliano nei 3 "punti critici" del modulo verticale con un maggior spiegamento di forze nei pressi dell'entrata. in ogni "punto critico" c'è sempre almeno una major
Avatar utente
quercia
major
 
Messaggi: 3597
Iscritto il: 8 mag '11
Località: matera
  • Non connesso

Re: Cataglyphis italicus diario di Quercia

Messaggioda quercia » 07/04/2012, 6:13

07/042012
ieri una operaia foraggiava, un' altra beveva zucchero di canna e l'ingresso al nido è stato completamente sigillato al primo buio.
Sono tornato a casa alle 5 am (colpa di Caparezza) e ho dato la solita sbirciata generale alle colonie.
Le mie signore che ripeto, sono in condizioni praticamente esterne, hanno completamente abbandonato il modulo umido a favore di quello secco forse reso più mite dalla elevata umidità ambientale.
Ho provato ad approfittare della situazione per sganciare il modulo umido ma non ce l'ho fatta, alla minima vibrazione la colonia, che ora risiede nella parte medio-alta del secondo modulo e con almeno 10 operaie nel tubo di collegamento con il secondo, si precipita in verticale a mò di fluido, con operaie che si lanciano tranquillamente nel vuoto pur di guadagnare in fretta il modulo 2 che ritengono evidentemente la loro "casa" per ammassarvisi.
Se la situazione persiste domani, spero di fare un bel video. Io ho paura che si facciano male ma vi garantisco che il tutto è abbastanza interessante ed esilerante.
penso che quela dei 2 moduli separati sia stata una buona idea, non conosciamo le loro abitudini ed in questo modo possono fare ciò che preferiscono ed io non corro rischi di fornire troppa o poca umidità. nel frattempo.... osservo :)
Avatar utente
quercia
major
 
Messaggi: 3597
Iscritto il: 8 mag '11
Località: matera
  • Non connesso

Re: Cataglyphis italicus diario di Quercia

Messaggioda GianniBert » 07/04/2012, 11:00

Le tue osservazioni sono davvero interessanti. Non so se qualcuno ha già osservato queste formiche alle prese con problemi "modulari” del genere... Ma è già un passo avanti.
Non sacrificare però la loro stabilità come colonia, ad esperimenti che potrebbero stressarle troppo! piuttosto lasciale in queste condizioni e fai crescere una covata a un buon livello: poi si comporteranno meglio!
Messor capitatus - Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Formica cinerea - Formica Lemani - Plagiolepis pygmaea + P. xene
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 3880
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Cataglyphis italicus diario di Quercia

Messaggioda quercia » 07/04/2012, 20:08

hai assolutamente ragione lo avevo pensato anche io.
la mia intenzione era quella di cercare di ripulire in qualche modo il vetro ma per ora ci rinuncio
Avatar utente
quercia
major
 
Messaggi: 3597
Iscritto il: 8 mag '11
Località: matera
  • Non connesso

Re: Cataglyphis italicus diario di Quercia

Messaggioda Ruben » 07/04/2012, 22:49

Grazie Quercia di condividere queste interessanti e istruttive osservazioni!
aspettiamo impazienti le foto alle formiche :winky:
-
Avatar utente
Ruben
moderatore
 
Messaggi: 1051
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Roma
  • Non connesso

Re: Cataglyphis italicus diario di Quercia

Messaggioda quercia » 11/04/2012, 21:12

11/04/2012

la situazione non è cambiata: il tempo atmosferico non migliora, fa freddino e continuano ad essere rinchiuse nel nido con l'ingresso sigillato. solo a volte, spesso nelle ore più calde un paio di operaie escono in esplorazione.
continuano a sostare nella parte secca del nido e le uova continuano a svilupparsi.
non ho ancora i mezzi per fare qualche foto decente dentro il nido, ma qùi neanche i cadaveri si buttano :lol:


Spoiler: mostra
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

spero siano di gradimento ;)
Avatar utente
quercia
major
 
Messaggi: 3597
Iscritto il: 8 mag '11
Località: matera
  • Non connesso

Re: Cataglyphis italicus diario di Quercia

Messaggioda quercia » 29/04/2012, 15:03

29/04/2012

La maggiorparte della colonie è nella parte secca del nidomentre regine e covata e le altre operaie nella parte umida.
solo 3-4 operaie escono in arena pensando più a come poter evadere che a foraggiare.
al momento hanno gradito solo zucchero di canna e molti gastri sono iperdilatati.
anche in natura le foraggiatrici sono davvero poche.
hanno ignorato i semi che ho rubato ad una Cataglyphis selvatica qualche giorno fa ed anche le camole zanzare o simili.
senza larve evidentemente si nutrono solo di zuccheri
Ultima modifica di quercia il 31/05/2012, 14:42, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
quercia
major
 
Messaggi: 3597
Iscritto il: 8 mag '11
Località: matera
  • Non connesso

Re: Cataglyphis italicus diario di Quercia

Messaggioda quercia » 30/04/2012, 1:19

Primo ed orrendo video
i lamenti di sottofondo non sono io, ma il mio cane ioshy che mi chiamava :lol:

Avatar utente
quercia
major
 
Messaggi: 3597
Iscritto il: 8 mag '11
Località: matera
  • Non connesso

Re: Cataglyphis italicus diario di Quercia

Messaggioda luca321 » 30/04/2012, 1:48

Bè proprio orrendo non direi!! Molto belle queste Cataglyphis italicus :clap:
IMPORTANTE!



Colonie allevate:
Lasius flavus;Lasius emarginatus;Messor capitatus; Formica sp.
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------
Lasius flavus:
Diario e Foto della colonia
Lasius emarginatus:
Foto della colonia
Avatar utente
luca321
moderatore
 
Messaggi: 2894
Iscritto il: 21 set '11
Località: Bologna
  • Non connesso

Re: Cataglyphis italicus diario di Quercia

Messaggioda quercia » 30/04/2012, 13:42

Ecco cosa succede alla minima vibrazione


http://www.youtube.com/watch?v=S_U9jtzLgpM
Avatar utente
quercia
major
 
Messaggi: 3597
Iscritto il: 8 mag '11
Località: matera
  • Non connesso

Re: Cataglyphis italicus diario di Quercia

Messaggioda feyd » 30/04/2012, 13:45

sei cattivo povere formicuzze come ti permetti di comportarti cosi, ti piacerebbe se un gigante venisse da te e ti battesse con le dita sulla casa? come ti comporteresti te in quella situazione?

:lolz: :lolz: :lolz: :lolz: :lolz: :lolz: :lolz: :lolz: :lolz: :lolz: :lolz: :lolz: :lolz: :lolz: :lolz: :lolz: :lolz:
prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr



ok seriamente sono meno reattive delle A. spinosa che alla minima vibrazione si riversano fuori in massa con covata e regina al seguito, oltretutto basta usare un tono di voce forte a poche decine di cm dal nido per avere questa reazione :lol: :lol:
Avatar utente
feyd
moderatore
 
Messaggi: 5606
Iscritto il: 7 lug '11
Località: campagnano(RM)
  • Connesso

Re: Cataglyphis italicus diario di Quercia

Messaggioda quercia » 30/04/2012, 14:42

si ho un pò esagerato, ma non posso neanche permettermi di sfiorare il nido a volte anzi, questa reazione è stata fin troppo contenuta. è interessante vedere che scappano, anche lanciandosi nel vuoto, nella stanza più in fondo. Le mie A.spinosa che forse non sono spinosa e sono anche poliginiche invece sono tranquillissime anche dopo la cattura lo scorso anno. per me le Cataglyphis sono 10 volte più reattive.
calcola che sono nate all'esterno e le ho catturate da neanche un mese...
Avatar utente
quercia
major
 
Messaggi: 3597
Iscritto il: 8 mag '11
Località: matera
  • Non connesso

Re: Cataglyphis italicus diario di Quercia

Messaggioda feyd » 30/04/2012, 15:05

allora in settimana faccio un video alle mie spinosa e ti faccio vedere il loro comportamento :lol:
Avatar utente
feyd
moderatore
 
Messaggi: 5606
Iscritto il: 7 lug '11
Località: campagnano(RM)
  • Connesso

Re: Cataglyphis italicus diario di Quercia

Messaggioda quercia » 01/05/2012, 5:09

io il diario della A.spinosa(?) non lo ho fatto apposta!!!! non mi fare confondere che già stò male di mio!!! stò sfruttando questo topic
viewtopic.php?f=6&t=206&hilit=interessante+facile
scanniamoci là!

in realtà non si somigliano per nulla secondo me, tranne per l esigienze climatiche forse :unsure: ,
come paragonare un levriero ad un segugio.... nò, è un'altra storia,non mi sembrano affatto combattenti e non ci sono in città , anzi...Aphaenogaster: ogniuno pensi a se, regina per prima;
Cataglyphis:::"proteggiamo le regineee!!!
Ultima modifica di quercia il 06/05/2015, 0:12, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
quercia
major
 
Messaggi: 3597
Iscritto il: 8 mag '11
Località: matera
  • Non connesso

Prossimo

Torna a Cataglyphis

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti