quale cavo riscaldante?

quale cavo riscaldante?

Messaggioda francesco » 20/11/2016, 17:40

Ciao a tutti,

ho sette diverse regine di Messor capitatus raccolte in un volo nuziale questo settembre nel tavoliere delle puglie. Le ho trasportate in Germania, dove vivo. Attualmente le mantengo ad almeno 10 C nel frigo. In casa ho una temperatura di 18-22 gradi. Fuori si va sotto lo zero.

Volevo farle uscire dalla diapausa in Gennaio-Febbraio per farle iniziare, si spera, la deposizione. Non credo che la mia casa arrivi oltre i 22 gradi fino a minimo Maggio. Volevo quindi utilizzare un cavetto riscaldante per arrivare ai 25-28 gradi. Dovrebbe essere il loro optimum, giusto? Magari le terrei una settimana a temperatura ambiente per non farle subire un salto repentino e magari troppa condensa in provetta.

Le mie domande sono due: 1. che ne pensate del mio piano per farle iniziare a deporre? 2. quale tipo di cavetto comprare (wattaggio, termostato (si/no), marca/range di prezzo?

Grazie mille per le preziose informazioni
Un saluto a tutti
Francesco
Lasius niger: meno di 200 operaie
Messor capitatus: in fondazione (x 7 regine)
Lasius niger: ceduta dopo fondazione (circa 10 operaie)
Lasius emarginatus: ceduta dopo fondazione (circa 10 operaie)
Avatar utente
francesco
larva
 
Messaggi: 111
Iscritto il: 26 apr '16
Località: Dresda (Germania)
  • Non connesso

Re: quale cavo riscaldante?

Messaggioda Riccardo » 22/11/2016, 1:31

non posso aiutarti, ma sono interessato alla risposta.
cmq se le scaldi in provetta, tieni il tubo arrotolato attorno alla parte dove c'è acqua, più lontano possibile cosi non rischi di scaldarle troppo, se dopo 24 non si sono allontanate dal cotone (le mie sono sempre li attaccate, non so se fanno tutte cosi) allora lo muovi un po alla volta sempre più vicino, se vedi che si spostano per il troppo calore lo rimetti nella posizione del giorno precedente. cosi ci pensano loro a trovare la temperatura giusta.
occhio che io ho scaldato una tubo troppo o forse troppo velocemente e la pressione ha fatto bagnare le uova, credo si siano salvate tutte, ma solo perchè le stavo controllando ossessivamente e me ne sono accorto subito.

PS: è il mio primo anno quindi non prendete questo come oro colato, anzi state attenti e fatemi sapere se ho detto qualcosa di sbagliato
Riccardo
uovo
 
Messaggi: 3
Iscritto il: 14 ott '16
  • Non connesso

paguro60

Messaggioda francesco » 22/11/2016, 13:21

Ciao Riccardo,

Non credo di metterlo sulla riserva d'acqua, mi sembra molto pericoloso, secondo me allese regine non piace lala sauna :-). Penso di metterlo il più lontano possibile dal cotone, vicino l'entrata magari. Le metteranno le pupe e tutto quello che vogliono sia a temperatura elevata.

Qualcuno ha esperienza con cavi?
Lasius niger: meno di 200 operaie
Messor capitatus: in fondazione (x 7 regine)
Lasius niger: ceduta dopo fondazione (circa 10 operaie)
Lasius emarginatus: ceduta dopo fondazione (circa 10 operaie)
Avatar utente
francesco
larva
 
Messaggi: 111
Iscritto il: 26 apr '16
Località: Dresda (Germania)
  • Non connesso

Re: quale cavo riscaldante?

Messaggioda Guglielmo » 22/11/2016, 16:06

Ciao Francesco
la cosa migliore è creare un ambiente a temperatura uniforme, e non mettere le provette a diretto contatto col cavo. Ti consiglio di prendere una scatola in polistirolo grande abbastanza per ospitare tutte le tue provette, forarla e far passare parte del cavetto dentro. Poi misuri la temperatura a intervalli regolari e se è troppo bassa, inserisci più cavo, se troppo alta o tiri fuori parte del cavo o usi una presa-timer, impostando le ore di accensione sulla base della temperatura raggiunta.
Poi quando hai ottenuto la temperatura voluta, ci metti dentro le provette e chiudi.
Spoiler: mostra
Colonie:
Camponotus lateralis
Camponotus ligniperdus
Camponotus nylanderi
Camponotus vagus
Colobopsis truncata
Crematogaster scutellaris
Formica cunicularia
Formica fusca
Formica rufibarbis
Formica sanguinea
Lasius emarginatus
Lasius lasioides
Lasius niger
Messor capitatus
Messor minor
Myrmica scabrinodis
Pheidole pallidula
Plagiolepis sp.
Polyergus rufescens
Solenopsis fugax
Temnothorax unifasciatus
Tetramorium sp.
+ qualche esotica
Avatar utente
Guglielmo
moderatore
 
Messaggi: 339
Iscritto il: 15 ott '14
Località: Napoli
  • Connesso

paguro60

Messaggioda francesco » 22/11/2016, 17:20

Grazie a tutti per le risposte. Seguiró il tuo consiglio Guglielmo. Faccio il test senza termostato e mi informo se la presa timer puó fare cicli di temperatura.

Adesso mi manca sapere la potenza del cavo, 15W per 2m andrebbero bene? Marche e/o range di prezzo affidabili? Non voglio risparmiare su questo tipo di articolo visto che può essere persino fatale per le persone e causare incendi.
Lasius niger: meno di 200 operaie
Messor capitatus: in fondazione (x 7 regine)
Lasius niger: ceduta dopo fondazione (circa 10 operaie)
Lasius emarginatus: ceduta dopo fondazione (circa 10 operaie)
Avatar utente
francesco
larva
 
Messaggi: 111
Iscritto il: 26 apr '16
Località: Dresda (Germania)
  • Non connesso

Re: quale cavo riscaldante?

Messaggioda Guglielmo » 22/11/2016, 17:43

Purtroppo per le marche non so che dirti, ma se lo prendi in un negozio di animali, dovrebbe essere garantito. Il prezzo varia dagli 8 ai 15 euro qui. Per i Watt dipende dalla temperatura di casa tua. Se c'è il riscaldamento e si raggiunge una temperatura superiore a 20°C, allora un cavetto di 15W va bene. Un amico di Padova per riscaldare una piccola serra (circa 1m x 1m) a 22°C usa un cavetto di 70W, ma lì non c'è il riscaldamento e d'inverno fa molto freddo. 15 o 20W nel tuo caso dovrebbero andare bene, tanto più che il polistirolo è isolante e quindi manterrà la temperatura più facilmente
Spoiler: mostra
Colonie:
Camponotus lateralis
Camponotus ligniperdus
Camponotus nylanderi
Camponotus vagus
Colobopsis truncata
Crematogaster scutellaris
Formica cunicularia
Formica fusca
Formica rufibarbis
Formica sanguinea
Lasius emarginatus
Lasius lasioides
Lasius niger
Messor capitatus
Messor minor
Myrmica scabrinodis
Pheidole pallidula
Plagiolepis sp.
Polyergus rufescens
Solenopsis fugax
Temnothorax unifasciatus
Tetramorium sp.
+ qualche esotica
Avatar utente
Guglielmo
moderatore
 
Messaggi: 339
Iscritto il: 15 ott '14
Località: Napoli
  • Connesso

Francesco

Messaggioda francesco » 22/11/2016, 19:51

Perfetto. Cercherò qualche marca comune e mi mantengo im quel range di prezzo. Vedo anche su amazon.de o magari posso chiedere in qualche forum tedesco per negozi online per rettili. Grazie ancora per le risposte, magari apro un diario sulle mie Messor capitatus appena le tolgo dal frigo, cosi posso aggiornarvi sul setup.
Lasius niger: meno di 200 operaie
Messor capitatus: in fondazione (x 7 regine)
Lasius niger: ceduta dopo fondazione (circa 10 operaie)
Lasius emarginatus: ceduta dopo fondazione (circa 10 operaie)
Avatar utente
francesco
larva
 
Messaggi: 111
Iscritto il: 26 apr '16
Località: Dresda (Germania)
  • Non connesso

Re: quale cavo riscaldante?

Messaggioda francesco » 25/11/2016, 16:50

mi e' venuta una mezza voglia di usare arduino e magari un PID controller. Qualcuno mi puo' aiutare un attimino con l'elettronica? ;)
Lasius niger: meno di 200 operaie
Messor capitatus: in fondazione (x 7 regine)
Lasius niger: ceduta dopo fondazione (circa 10 operaie)
Lasius emarginatus: ceduta dopo fondazione (circa 10 operaie)
Avatar utente
francesco
larva
 
Messaggi: 111
Iscritto il: 26 apr '16
Località: Dresda (Germania)
  • Non connesso

Re: quale cavo riscaldante?

Messaggioda Andrea88 » 02/12/2016, 19:56

Perché non utilizzare direttamente il blue gene :P
prendere un termostato dato che è un contatto pulito in uscita sembra troppo semplice ? Ci attacchi direttamente l'alimentatore del cavetto e hai fatto
Ne trovi anche a 20 euro..
Andrea88
uovo
 
Messaggi: 49
Iscritto il: 14 set '16
Località: Bassano del Grappa
  • Non connesso

Re: quale cavo riscaldante?

Messaggioda Giacomo Ferraro » 14/12/2016, 9:09

francesco ha scritto:mi e' venuta una mezza voglia di usare arduino e magari un PID controller. Qualcuno mi puo' aiutare un attimino con l'elettronica? ;)


Quando sarà il momento anche io opterò per arduino.
Mi occupo di automazione industriale ma i prodotti che uso normalmente sono troppo costosi e, pur non avendolo mai usato, so che con arduino si può fare praticamente tutto l'immaginabile a prezzi abbordabili.
Per il momento non posso ancora aiutarti ma nella prossima primavera sicuramente ci metterò mano.
Ciao.
Giacomo Ferraro
uovo
 
Messaggi: 39
Iscritto il: 25 nov '16
Località: Varese
  • Non connesso

Re: quale cavo riscaldante?

Messaggioda Andrea88 » 14/12/2016, 20:48

Non riesco davvero a capire come un arduino possa essere meno costoso di questo https://www.amazon.it/Termostato-ambien ... 54&sr=1-11

è una questione di precisione o c'è qualcosa che non riesco ad afferrare ?
Andrea88
uovo
 
Messaggi: 49
Iscritto il: 14 set '16
Località: Bassano del Grappa
  • Non connesso

Re: quale cavo riscaldante?

Messaggioda Giacomo Ferraro » 15/12/2016, 9:20

Andrea88 ha scritto:Non riesco davvero a capire come un arduino possa essere meno costoso di questo https://www.amazon.it/Termostato-ambien ... 54&sr=1-11

è una questione di precisione o c'è qualcosa che non riesco ad afferrare ?


Meno costoso direi di no.
I vantaggi sono fondamentalmente la possibilità di gestire temperature differenti a diversi orari, il fatto di avere una sonda separata da mettere dove vuoi e una regolazione migliore.
Ma forse sono precauzioni eccessive.
Probabilmente c'è l'illusione che dando la temperatura constante al 1/10 di grado le nostre amiche ci ricompenseranno con deposizioni epocali. :happy:
Giacomo Ferraro
uovo
 
Messaggi: 39
Iscritto il: 25 nov '16
Località: Varese
  • Non connesso

Re: quale cavo riscaldante?

Messaggioda Andrea88 » 15/12/2016, 14:20

Se invece di rivolgervi ad un analogico prendente un digitale (salendo un po' di prezzo) potete avere la programmazione e la precisione al decimo di grado :) inoltre il sensore di temperature è semplicemente saldato sulla piastra la maggior parte delle volte alcune volte credo sia già separato. Basta quindi desaldarlo e portarlo con un filo un po' dove si vuole.. Poi se si vuole smanettare immagino che un arduino possa essere a modo suo molto divertente!

https://www.amazon.it/Cronotermostato-P ... 1T7TCFJNZ5
Andrea88
uovo
 
Messaggi: 49
Iscritto il: 14 set '16
Località: Bassano del Grappa
  • Non connesso

Re: quale cavo riscaldante?

Messaggioda Giacomo Ferraro » 15/12/2016, 18:13

Andrea88 ha scritto: CUT...
Poi se si vuole smanettare immagino che un arduino possa essere a modo suo molto divertente!


Esatto! :happy:
Giacomo Ferraro
uovo
 
Messaggi: 39
Iscritto il: 25 nov '16
Località: Varese
  • Non connesso


Torna a Riscaldamento e Umidificazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti