Formiche Russe?

Area dedicata alle discussioni riguardanti il mondo delle formiche esotiche.

Formiche Russe?

Messaggioda messor » 20/02/2017, 15:29

Ciao a tutti utenti del forum!
Sto facendo una ricerca su le formiche che vivono in Russia e su i loro comportamenti.
Ho scoperto che in Russia vivono alcuni Temnothorax sp., Solenopsis sp. e in una piccolissima zona si può trovare Lasius alienus, ma sinceramente credo che in Russia esistano molti più generi di formiche e vi chiedo se potreste elencarmeli.
Come ultima cosa volevo sapere come fanno queste formiche cosi piccole a sopravvivere nei gelidi climi della Russia?
Di cosa si nutrono ?
E quando compiono i voli nuziali ?

P.S credo che questa sia la sezione giusta correggetemi se erro.
Pensa, prima di sparare pensa, prima di dire di giudicare prova a pensare, pensa, puoi decidere tu !
Resta un attimo soltanto un attimo di più, prima della sciamatura!
Fabrizio Moro&Messor

FORMICHE IN ALLEVAMENTO=
Spoiler: mostra
Colonie
A. balcanica
A. campana
C. dalmaticus
L. nigra

Regine in fondazione
A. subterranea
C. lateralis
Avatar utente
messor
minor
 
Messaggi: 756
Iscritto il: 6 ago '16
Località: Peschici(puglia)
  • Non connesso

Re: Formiche Russe?

Messaggioda Elena Regina » 21/02/2017, 19:17

5 sff, 36 gg, 252+6+5? spp. (dati antwiki, da rivedere; dati antweb: 3 sff, 18 gg, 58 spp.)

Curiosamente, le psicrofile Prenolepis sono assenti in Russia: evidentemente preferiscono gli inverni relativamente miti delle zone temperate e tropicali alle rigide estati russe.

:queen:
Allegati
Prenolepis world distribution.PNG
Immagine
CRITICAL MASS ♥♥♥
Spoiler: mostra
Avatar utente
Elena Regina
major
 
Messaggi: 1011
Iscritto il: 19 ago '15
Località: ROMA
  • Non connesso

Re: Formiche Russe?

Messaggioda messor » 21/02/2017, 21:06

Ok, grazie Elena.
Ma non hai risposto alla mia domanda ;) :
Come fanno a sopravvivere ai gelidi inverni russi ?
Pensa, prima di sparare pensa, prima di dire di giudicare prova a pensare, pensa, puoi decidere tu !
Resta un attimo soltanto un attimo di più, prima della sciamatura!
Fabrizio Moro&Messor

FORMICHE IN ALLEVAMENTO=
Spoiler: mostra
Colonie
A. balcanica
A. campana
C. dalmaticus
L. nigra

Regine in fondazione
A. subterranea
C. lateralis
Avatar utente
messor
minor
 
Messaggi: 756
Iscritto il: 6 ago '16
Località: Peschici(puglia)
  • Non connesso

Re: Formiche Russe?

Messaggioda winny88 » 22/02/2017, 5:31

Sono solo 2 le specie di Prenolepis che condividono questa caratteristica di essere invernali e sono le uniche 2 specie di fascia temperata: imparis e nitens (una neartica, l'altra paleartica occidentale). Le altre 11 specie sono tutte del sud-est asiatico, quindi di fascia tropicale e non hanno ovviamente questa caratteristica di invernalità, anche solo semplicemente perché in quelle zone non esiste in realtà un vero e proprio inverno. Tuttavia anche nelle altre 11 si evincono tendenze alla psicrofilia, che si possono notare per esempio nel fatto che sono sì formiche di fascia tropicale, ma attive prevalentemente di notte!

La revisione delle Prenolepis è proprio dell'anno scorso e calca la mano proprio su questa separazione per cui probabilmente imparis e nitens sono taxa molto imparentati, mentre forse tutti gli altri (orientali) sono un po' più lontani. Il limite tra Prenolepis e altri generi simili che non sono per niente psicrofili (anzi!), come Nylanderia e Paratrechina, è sempre stato sottile e "ballerino", almeno finché si è potuto analizzare solo l'aspetto morfologico. Tanto è vero che con le analisi molecolari di Blaimer prima e di Ward poi si è verificato che il genere Prenolepis, così come era definito morfologicamente prima della revisione dell'anno scorso, non era monofiletico, trovando che Prenolepis ha la massima vicinanza con Lasius e Myrmecocystus e non con Nylanderia e Paratrechina. Notare che mentre i secondi due sono generi tropicali termofili, i primi due sono generi che, rispetto ai secondi, si sono spostati di più verso la fascia temperata. Questo è un altro indizio della "tendenza" verso la psicrofilia che accomuna questa branca (monofiletica) di Lasiini rispetto alle altre. Comunque questa ramificazione non trascurabile sembra essere ancora presente nel genere proprio tra il gruppo occidentale temperato (invernale, 2 specie) e quello orientale tropicale (non invernale, ma con tendenze alla psicrofilia, 11 specie).

La revisione dell'anno scorso delle Prenolepis mi piace un sacco! Mi piace perché è proprio l'ideale tassonomico che io vedo perfetto per il futuro. E' una revisione del genere su base morfologica, che ridescrive i limiti del genere dal punto di vista morfologico come conseguenza delle nuove acquisizioni filogenetiche su base molecolare. Rispetta cioè i dati molecolari, anzi, è figlia di questi, ma cerca di trovare una comunanza descrittiva del clade dal punto di vista morfologico. Che meraviglia! Mi vengono le lacrime...

http://antcat.s3.amazonaws.com/6658/wil ... mbp5Ca4%3D
Avatar utente
winny88
major
 
Messaggi: 8211
Iscritto il: 23 giu '12
Località: Napoli Vesuvio
  • Non connesso


Torna a Parliamo di Esotiche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite