Polyergus rufescens - l'adozione

Re: Polyergus rufescens - l'adozione

Messaggioda GianniBert » 29/03/2012, 19:39

Di quelle parlavo. Le Amazzoni sono già nel mio studio, con la regina di Luca adottata da un po' di ausiliarie, alla sua prima covata.
Se mai ti trovassi fra le mani delle regine della specie, e a te non interessano perché magari le hai già, un incontro o uno scambio sarebbero ideali...
Spoiler: mostra
Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Lasius fuliginosus - Plagiolepis pigmaea - Camponotus claripes - Pheidole tumida - Myrmecia vindex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4400
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Polyergus rufescens - l'adozione

Messaggioda Dorylus » 29/03/2012, 19:50

Si certo ci mancherebbe altro ! per ora però regine di tale specie non ne ho ancora viste solo una due anni fa che ho tutt'ora solo con 6 operaie però
In allevamento : Camponotus ligniperda, C. cruentatus, C. nylanderi, Formica cunicularia, F. fusca,F. lemani, Polyergus rufescens, Lasius platythorax, Lasius paralienus, Tetramorium caespitum, Temnothorax alienus, T. exilis, T. recedens, Pheidole pallidula
Avatar utente
Dorylus
moderatore
 
Messaggi: 5128
Iscritto il: 11 ott '11
Località: Seveso (MB)
  • Non connesso

Re: Polyergus rufescens - l'adozione

Messaggioda GianniBert » 29/03/2012, 19:51

Sciamano/gemmano a fine giugno, inizi luglio...
Spoiler: mostra
Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Lasius fuliginosus - Plagiolepis pigmaea - Camponotus claripes - Pheidole tumida - Myrmecia vindex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4400
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Polyergus rufescens - l'adozione

Messaggioda millepiedi97 » 18/04/2012, 21:18

Giannibert le Polyergus sono presenti al parco di monza, potresti per caso dirmi la "zona" in cui le hai viste?
girarlo tutto in bicicletta mi sembra un po' eccessivo e la curiosità è tanta :lol:
Grazie
la parola è un dono, non un obbligo!
tu prova a scappar, raccomandati ai santi, ma dovremo al fine morir tutti quanti!

Camponotus vagus
Avatar utente
millepiedi97
larva
 
Messaggi: 235
Iscritto il: 16 giu '11
Località: Agrate Brianza
  • Non connesso

Re: Polyergus rufescens - l'adozione

Messaggioda Dorylus » 19/04/2012, 0:44

Io confermo la presenza di Polyergus rufescens nel parco di Monza , le ho finalmente viste personalmente all'interno del paddock dell'autodromo spostate verso la curva parabolica (quella che immette sul rettilineo di arrivo) all'interno della curva attraversavano la pista in fila sparsa probabilmente la prima battuta dell'anno , oppure traslocavano perchè li si stava allagando però sono proprio loro non sapete che soddisfazione !!!!
In allevamento : Camponotus ligniperda, C. cruentatus, C. nylanderi, Formica cunicularia, F. fusca,F. lemani, Polyergus rufescens, Lasius platythorax, Lasius paralienus, Tetramorium caespitum, Temnothorax alienus, T. exilis, T. recedens, Pheidole pallidula
Avatar utente
Dorylus
moderatore
 
Messaggi: 5128
Iscritto il: 11 ott '11
Località: Seveso (MB)
  • Non connesso

Re: Polyergus rufescens - l'adozione

Messaggioda Luca.B » 19/04/2012, 1:09

Io, invece, inizio ad odiare questa specie!!! :censored:

Altri 3 formicai del genere Formica sono stati parassitati da questa formica schiavista... :sad1:

Se va avanti così porterà all'estinzione tutti i formicai del genere Formica in oasi...ormai è dura trovare formicai non parassitati! :uhm: :shocked:

Troverà bene un punto di equilibrio....oppure succederà, come spesso accade, che si creeranno tempi di oscillazioni variabili in cui le due specie si alterneranno nella diffusione... :unsure:
Formiche in allevamento:
C.herculeanus-C.ligniperda-C.lateralis-C.vagus-C.fallax-Myrmica sabuleti-Dolicoderus quadripunctatus-M.scabrinodis-Messor capitatus-M.wasmanni-M.minor-Temnothorax unifasciatus-Crematogaster scutellaris-Polyergus rufescens-Lasius emarginatus-L. flavus-Lasius niger-Lasius umbratus-Lasius fuliginosus-Pheidole pallidula-Solenopsis fugax
Avatar utente
Luca.B
moderatore
 
Messaggi: 5905
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Modena
  • Non connesso

Re: Polyergus rufescens - l'adozione

Messaggioda mayx » 19/04/2012, 8:28

Io mi domandavo se sia possibile un collegamento in cattività tra una colonia di P. rufescens ed una di F. cunicularia.
O meglio, entrambi i niti collegati a singole arene in modo tale che il foraggiamento non finisca sempre a scontro. Ma le due arene collegate da due lunghi (1m minimo) tubi in pvc trasparente, in modo tale che le scorrerie magari possano riprodursi! Ci sono notizie di esperimenti del genere? O secondo voi finirebbero solo per annientarsi reciprocamente?

PS: Off T. scusate: Dorylus, immagino di vedere una gara di formula 1 ed in televisione all'improvviso " ma che ci fa quello li in mezzo alla pista?" e ti vedi tu in mezzo alla curva, in traiettoria, chino ad osservare formiche :lolz: :lolz:
Colonie
Camponotus cruentatus
Camponotus barbaricus

Regine: Messor capitatus
Avatar utente
mayx
media
 
Messaggi: 958
Iscritto il: 28 set '11
Località: Piazza Armerina (EN) e Catania, Sicilia
  • Non connesso

Re: Polyergus rufescens - l'adozione

Messaggioda Dorylus » 19/04/2012, 9:11

E si !!! :lol: è un punto un po pericoloso ma metto il giubbotto catarifrangente :lol: :lol: :lol:
Scherzi a parte una mia amica ha un team e quando testano a mona io scorrazzo peri prati interni .

Non so se in cattività si possa riprodurre efficacemente questa pratica ma cred ci vogliano molto molto spazio sull'ordine del metro e mezzo - due metri collegati da tubi di grosse dimensioni
In allevamento : Camponotus ligniperda, C. cruentatus, C. nylanderi, Formica cunicularia, F. fusca,F. lemani, Polyergus rufescens, Lasius platythorax, Lasius paralienus, Tetramorium caespitum, Temnothorax alienus, T. exilis, T. recedens, Pheidole pallidula
Avatar utente
Dorylus
moderatore
 
Messaggi: 5128
Iscritto il: 11 ott '11
Località: Seveso (MB)
  • Non connesso

Re: Polyergus rufescens - l'adozione

Messaggioda mayx » 19/04/2012, 9:30

Dorylus, quello che intendo io. Ampi spazi (ma un tubo arrotolato su se stesso misura sempre 2 metri, pur occupandone mezzo di spazio. E per le formiche sarà comunque strada da percorrere) e due tubi di collegamento piuttosto che uno, per favorire non solo la scorreria ma anche il rientro.
Con la velocità con la quale le F. cunicularia depongono (ho visto se non erro il diario di GianniBert. :shock: :clap: ) una piccola colonia di P. rufescens dovrebbe poter crescere tranquillamente senza danneggiare irreparabilmente quella di F. cunicularia.
Chissà, se la colonia che mi stai donando arriverà a certa magna gloria potrò pensare a sperimentarlo io stesso :D
Colonie
Camponotus cruentatus
Camponotus barbaricus

Regine: Messor capitatus
Avatar utente
mayx
media
 
Messaggi: 958
Iscritto il: 28 set '11
Località: Piazza Armerina (EN) e Catania, Sicilia
  • Non connesso

Re: Polyergus rufescens - l'adozione

Messaggioda Dorylus » 19/04/2012, 9:47

Certo devi pazientare un po almeno un'anno poi ci sarà il boom demografico vedrai
In allevamento : Camponotus ligniperda, C. cruentatus, C. nylanderi, Formica cunicularia, F. fusca,F. lemani, Polyergus rufescens, Lasius platythorax, Lasius paralienus, Tetramorium caespitum, Temnothorax alienus, T. exilis, T. recedens, Pheidole pallidula
Avatar utente
Dorylus
moderatore
 
Messaggi: 5128
Iscritto il: 11 ott '11
Località: Seveso (MB)
  • Non connesso

Re: Polyergus rufescens - l'adozione

Messaggioda feyd » 19/04/2012, 9:52

Il Prof. Grasso ci spiegava a settembre che lui aveva studiato le razzie in laboratorio e per attivare quel comportamento servono almeno 5m di distanza fra i due nidi coinvolti ed abbastanza spazio per le varie manovre, oltre che qualche centinaio di soldati, che gia indicano una colonia di 5000+ schiave.

Per mantenere una colonia su quei livelli sono necessari centinaia di bozzoli al gg, ma in natura ne predano anche 1000 o piu al giorno, quindi ti servirebbe un allevamento intensivo di serviformica, qualche decina di colonie andrebbe bene ma tutte ben avviate ;)
Avatar utente
feyd
moderatore
 
Messaggi: 5741
Iscritto il: 7 lug '11
Località: campagnano(RM)
  • Non connesso

Re: Polyergus rufescens - l'adozione

Messaggioda mayx » 19/04/2012, 10:05

Ok Feyd, ritiro quello che ho detto eheheh
Era una mia curiosità. Le distanze tra le colonie e gli spazi di manovra non sarebbero un poblema! Il problema resta il numero di bozzoli. C'è da dire che se in natura rubano un tot non è detto che in cattività non possano (debbano) adeguarsi a numeri più esigui. Che poi come faccia un centinaio di soldati a tenere a bada migliaia di operaie è una meraviglia della natura :D
Colonie
Camponotus cruentatus
Camponotus barbaricus

Regine: Messor capitatus
Avatar utente
mayx
media
 
Messaggi: 958
Iscritto il: 28 set '11
Località: Piazza Armerina (EN) e Catania, Sicilia
  • Non connesso

Re: Polyergus rufescens - l'adozione

Messaggioda GianniBert » 19/04/2012, 10:09

Sì, mantenere una colonia di Polyergus potrebbe essere proibitivo per la quantità di bozzoli richiesti.
Forse in cattività si possono contenere e mantenere con meno schiave del necessario in natura, ma nessuno di noi ha mai raggiunto questo traguardo.
Ieri si sono imbozzolate le prime larve della mia nuova colonia sperimentale, ma non vedo l'ora di poterle foraggiare con dei bozzoli aggiuntivi.

Il tubo arrotolato... Mayx, credi che non ci abbia già pensato a lungo?
Però un tubo di 5 metri serve per far formare la colonna, altrimenti la razzia si verifica lo stesso, ma senza creare la classica formazione. Solo che 5 metri valgono per un esercito di più di 1000 amazzoni, e se ne hai meno? Chi lo sa!
Il fatto è che le formiche non fanno esattamente quello che noi pensiamo per loro.

Il problema non è far partire un assalto, ma cosa succede dopo.
PomAnt ha già avuto esiti disastrosi con Formica sanguinea: 100 sanguinea hanno sterminato più di 1000 F. cunicolaria, e siamo tutti pronti a sacrificare una intera colonia cresciuta faticosamente per fare queste prove?
E' vero che ora sappiamo qualcosa in più su cosa aspettarci, ma siamo ancora lontani da aver brevettato un sistema realizzabile in qualcosa che non sia una stanza ampia di un laboratorio...

Si sa che una colonia di Polyergus può predare anche 40.000 bozzoli nell'arco di una estate. Questo rimane lo scoglio più arduo da superare per portare avanti uno studio del genere...

Millepiedi: non so esattamente dove si trovino le amazzoni nel parco... Me l'ha riferito Rigato e Dorylus come vedi, conferma che ci sono. Io le ho trovate a caso nell'orto di un mio amico nel Pavese durante una festa di compleanno... ci sono ma le vedi solo durante un'incursione!
Sono più diffuse di quel che crediamo, ma se non ti imbatti nelle loro scorrerie è perfettamente inutile girare con la lente per i prati...
Spoiler: mostra
Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Lasius fuliginosus - Plagiolepis pigmaea - Camponotus claripes - Pheidole tumida - Myrmecia vindex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4400
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Non connesso

Re: Polyergus rufescens - l'adozione

Messaggioda Luca.B » 19/04/2012, 10:29

Dall'altro video che con dada postai sulle razzie di questa specie (freccia rossa) si può ben vedere che oltre alla colonna (che credo anche io possa essere creata con tubi arrotolati...magari anche tubi belli grandi, poichè i soldati non vanno in fila indiana ma con file di 5-6 operaie almeno), le Polyergus rufescens attuano una "radunata" prima di partire (fuori dal loro formicaio) e appena fuori il formicaio bersaglio, prima di attaccare. Lo spazio che occupano in queste radunate è poco meno di 1 metro quadro. Questo per colonie grandi...

Personalmente per ora i miei soldati se ne stanno buoni a farsi rimpinzare di pappa...e solo los corso anno ho visto il primo soldato girare per l'arena (andava in cerca di formicai da svuotare?!? :unsure: ).

Vedremo quest'anno... :smile:
Formiche in allevamento:
C.herculeanus-C.ligniperda-C.lateralis-C.vagus-C.fallax-Myrmica sabuleti-Dolicoderus quadripunctatus-M.scabrinodis-Messor capitatus-M.wasmanni-M.minor-Temnothorax unifasciatus-Crematogaster scutellaris-Polyergus rufescens-Lasius emarginatus-L. flavus-Lasius niger-Lasius umbratus-Lasius fuliginosus-Pheidole pallidula-Solenopsis fugax
Avatar utente
Luca.B
moderatore
 
Messaggi: 5905
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Modena
  • Non connesso

Re: Polyergus rufescens - l'adozione

Messaggioda Dorylus » 19/04/2012, 12:22

Presumo ci vogliano spazi enormi e forse neanche tubi perchè se come dici devono organizzarsi prima ci sarà bisogno di grosse arene tra un formicaio e l'altro, in poche parole va via buona parte di una stanza solo per loro
In allevamento : Camponotus ligniperda, C. cruentatus, C. nylanderi, Formica cunicularia, F. fusca,F. lemani, Polyergus rufescens, Lasius platythorax, Lasius paralienus, Tetramorium caespitum, Temnothorax alienus, T. exilis, T. recedens, Pheidole pallidula
Avatar utente
Dorylus
moderatore
 
Messaggi: 5128
Iscritto il: 11 ott '11
Località: Seveso (MB)
  • Non connesso

PrecedenteProssimo

Torna a Polyergus

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti