Formica sanguinea in Lombardia

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda GianniBert » 23/05/2012, 12:20

23 Maggio: da ieri alcuni bozzoli sottratti alle cunicolaria si stanno schiudendo.
Le prime nate sono al solito piccole (confrontate con F. sanguinea) formiche diafane ancora impacciate nei movimenti, ma che cominciano ad aggirarsi nel nido.

Contemporaneamente, oggi, la regina ha ricominciato a deporre!
Per ora sono 5-6 uova in grappolo, già requisite dalle nutrici (in questo caso della sua stessa specie), ma è un ottimo segnale di salute e di intenzioni! Vuol dire che la presenza di una covata numerosa sul punto di schiudere ha stimolato nella settimana precedente il suo istinto riproduttivo e l'ha rassicurata sulla presenza di una nuova generazione pronta al lavoro...

I tempi di sviluppo di F. sanguinea sono nettamente più lunghi di quelli delle ausiliarie, e questo può essere il motivo che influenza la specie a procurarsi schiave veloci a svilupparsi in fase di fondazione.
Messor barbarus - Messor ibericus - Camponotus vagus - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Camponotus ligniperda - Lasius fuliginosus - Camponotus claripes - Lophomyrmex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4077
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda GianniBert » 01/06/2012, 17:46

1 giugno: oggi ho potuto osservare le prime larve schiuse della seconda generazione dell'anno.
Sono ancora molto piccole, ma ben distinguibili dalla uova appena deposte! Le operaie sono diventate estremamente fameliche e girano più spesso in arena: oggi hanno catturato due donzelle e una mosca della carne, con la consueta aggressività!
Voglio vedere se lo sviluppo delle larve a bozzolo sarà più accelerato così come il passaggio uovo-larva di questi giorni.
Una settimana mi sembra la metà del tempo di sviluppo della generazione precedente.
Messor barbarus - Messor ibericus - Camponotus vagus - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Camponotus ligniperda - Lasius fuliginosus - Camponotus claripes - Lophomyrmex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4077
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda GianniBert » 01/06/2012, 23:57

manuel ha scritto:io sono pieno nei campi di sanguinea ma non ho mai visto sciamature !


Questo perché F. sanguinea non fa una vera e propria sciamatura, ma si accoppia sul terreno, facendo magari brevi voli. Spesso le colonie si riproducono per scissione le regine seguono diversissimi metodi per fondare.

Però controlla, non è detto che quelle che osservi tu siano proprio loro! F. sanguinea vive generalmente in collina, fra i 400 e i 1000 metri, in ambienti aperti.
Infatti le colonie avvistate in pianura da Dorylus sono già abbastanza anomale, e si ritrovano solo in ambiente con microclima particolarmente alterato.

L'unico modo per verificare se effettivamente siano loro (e sarebbe interessante confermarlo, riportando il tipo di terreno in cui le hai avvistate e la quota) è vedere se le colonie sono miste.
Messor barbarus - Messor ibericus - Camponotus vagus - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Camponotus ligniperda - Lasius fuliginosus - Camponotus claripes - Lophomyrmex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4077
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda manuel » 02/06/2012, 9:43

Allora, riscontrate in pianura, vicino a un fiume, terreno abbastanza sabbioso,lo condividono con F.cinerea

Spero che le informazioni siano utili, l'anno scorso ho riscontrato una regina alata in montagna.
LE MIE COLONIE
Spoiler: mostra
In Allevamento
Camponotus piceus : (regina)+ 17 operaie
Messor structor :(3 regine )+ 500 operaie
Tapinoma.sp :( 6 regine )+ 1000 operaie
Tetramorium.sp : (regina) + 100 operaie
Lasius emarginatus: ( 2 regine )
Avatar utente
manuel
major
 
Messaggi: 1601
Iscritto il: 19 ago '11
Località: Romagna
  • Non connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda GianniBert » 04/06/2012, 16:58

4 Giugno...
La colonia si è ormai allargata grazie all'apporto di un centinaio di bozzoli "rubati” all'altra mia colonia di Seviformica. E' interessante vedere che sebbene alcune operaie sanguinea si operino ad accudire la covata insieme alle ausiliarie, per ora le sole ad uscire in arena a bottinare sono proprio F. sanguinea.
Rapidissime a reclutare aiuti in caso di prede grosse, e rapidissime a portarle dentro, non sembrano aver bisogno dell'aiuto di schiave, che per ora vengono adibite a solo uso di nutrici.
Queste sono molto pazienti ed efficienti nello spolpare grilli, camole o mosche, e a distribuire il cibo alla covata; sembra invece che le guerriere si occupino soprattutto di una sorta di sorveglianza delle stanze.
La regina ha il gastro ingrossato, ma non ancora in maniera abnorme come si nota in certe altre specie. Da quando si trova circondata da un numero crescente di ausiliarie, è meno incline a nascondersi ed agitarsi, come abbiamo già osservato in situazioni analoghe.

La stanza in cui si concentrano le nuove deposizioni. Sembra facciano una netta distinzione fra il deposito dei bozzoli e quello delle larve, che ovviamente hanno bisogno di una umidità diversa. Molte ausiliare depigmentate già accudiscono la covata.

Spoiler: mostra
6-4 sanguinea B.JPG


Nel particolare si notano anche due F. sanguinea intente a leccare le uova. Si vede anche una pupa nuda, anche se non è ancora chiaro se si tratti di una ausiliaria o di una nuova guerriera in procinto di pigmentare.

Spoiler: mostra
6-4 sanguinea C.JPG
Messor barbarus - Messor ibericus - Camponotus vagus - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Camponotus ligniperda - Lasius fuliginosus - Camponotus claripes - Lophomyrmex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4077
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda GianniBert » 06/06/2012, 17:04

Una panoramica del nido di accrescimento ai primi di giugno.
Non è una delle mie riprese migliori, perché questo nido è difficile da illuminare a dovere. Rende però l'idea del fervore sviluppatosi nelle ultime settimane con l'apporto di così tante ausiliarie

Si possono vedere alcune giovani operaie ausiliarie circolare nelle stanze già impegnate ad accudire la covata, e alcune appena sfarfallate non ancora in grado di muoversi a dovere.
Nell'ultima scena la regina immobile, sorvegliata dalle ausiliarie. Non è infrequente vederla muoversi per le stanze con un uovo non ancora deposto che spunta dal gastro.

Come già detto, la covata della seconda generazione appare numerosa, più di 100 uova sicuramente, forse 150, e le larve si sviluppano rapidamente, con le sanguinea che pattugliano l'arena in attesa che qualcosa cada a loro portata.
Attaccano rapidamente qualsiasi cosa si muova nel loro spazio (anche un dito), e sembra non abbiano paura di nulla...

Spoiler: mostra


Spoiler: mostra
Messor barbarus - Messor ibericus - Camponotus vagus - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Camponotus ligniperda - Lasius fuliginosus - Camponotus claripes - Lophomyrmex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4077
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda GianniBert » 08/06/2012, 19:07

Anche in questa colonia sono nati alcuni maschi dalla covata primaverile (3 identificati), ma sono stati subito messi a morte da tutte le operaie indistintamente.
Dorylus mi ha confermato che anche nelle sue osservazioni si sono verificate anomalie di questo genere.
Perché una colonia incipiente dovrebbe deporre maschi inutili, per ucciderli subito?

Ho chiesto spiegazioni a Rigato, e ha fatto diverse ipotesi, non scartando le mie supposizioni di un tentativo di trasmettere i propri geni in prima battuta, quando la colonia non è ancora sicura di crescere e riprodursi poi, senza problemi.

Il fatto che le operaie uccidano i maschi esclude che siano generati da uova deposte da loro, perché in questo caso avrebbero interesse a trasmettere la propria discendenza.

La regina potrebbe decidere di non fecondare le uova per un istinto legato al periodo normale riproduttivo, o per una presenza "eccessiva” di feromoni femminili nel nido.

Di fatto, consapevolmente o no, è lei che decide se le uova siano fecondate e producano femmine. La cosa sembra strana, ma non è del tutto anomala, anche se le motivazioni non sono chiare.
Messor barbarus - Messor ibericus - Camponotus vagus - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Camponotus ligniperda - Lasius fuliginosus - Camponotus claripes - Lophomyrmex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4077
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda GianniBert » 12/06/2012, 10:49

Da ieri le larve della seconda generazione annuale stanno filando i bozzoli.
La presenza e l'alimentazione accelerata generata dalle operosissime ausiliarie ha accelerato i tempi di crescita rispetto alla prima generazione, cosa che sottolinea l'importanza dell'alimentazione e delle cure parentali nei confronti di particolari quali le sole temepratura/umidità.
Ho visto anche finalmente le prime nate anche fra le operaie, distinguibili solo dal pigmento ancora chiaro!
Messor barbarus - Messor ibericus - Camponotus vagus - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Camponotus ligniperda - Lasius fuliginosus - Camponotus claripes - Lophomyrmex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4077
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda Dorylus » 12/06/2012, 13:08

Caspita la tempistica delle nostre colonie è impressionante oggi stesso anche le mie stanno portando terra nel nido per le larve ! mi stupisce il fatto che le larve mi sembrano un po piccole per impuparsi eppure....
Io in totale ho 6 ausiliarie nella colonia , per motivi tempistici sono siuscito solo ora a fornire i bozzoli di Formica fusca alla colonia che però sembra andasse bene comunque
In allevamento : Camponotus ligniperda, C. cruentatus, C. nylanderi, Formica cunicularia, F. fusca,F. lemani, Polyergus rufescens, Lasius platythorax, Lasius paralienus, Tetramorium caespitum, Temnothorax alienus, T. exilis, T. recedens, Pheidole pallidula
Avatar utente
Dorylus
moderatore
 
Messaggi: 5128
Iscritto il: 11 ott '11
Località: Seveso (MB)
  • Non connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda GianniBert » 12/06/2012, 14:10

Guarda, l'aumento di ausiliarie ha provocato un'accelerazione pazzesca: queste sono molto più solerti e impegnate a fare a pezzi prede, leccare uova e larve, spostare la covata, e questa attività giova anche alla regina, che sta deponendo in continuazione.
Oggi hanno particolarmente apprezzato una goccia di uovo sbattuto con zucchero, rimuovendolo fino all'ultima molecola! Tutta l'attività sembra aumentata a dismisura, da quando le ausiliarie sono decuplicate, vedrai che avverrà anche con la tua colonia...
Messor barbarus - Messor ibericus - Camponotus vagus - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Camponotus ligniperda - Lasius fuliginosus - Camponotus claripes - Lophomyrmex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4077
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda GianniBert » 22/06/2012, 10:02

La situazione della colonia al 20 giugno 2012 è la seguente: oggi la regina ha deposto un nuovo, cospicuo numero di uova fresche!
Quasi tutte le sanguinea anziane si sono trasferite in scavi fatti in arena, attorno all'entrata del nido, pronte a balzare addosso a qualsiasi cosa cada lì vicino.

Allego una panoramica del formicaio interno, da cui si possono vedere la nuova disposizione delle stanze le quali sono occupate nel seguente modo:
In alto a sinistra le operaie portano sabbia e cotone per aiutare le larve a filare il bozzolo
In basso a sinistra sono radunati tutti i bozzoli; da parecchi giorni non si vedono più ausiliarie depigmentate, quindi dovrebbero essersi schiusi tutti i bozzoli aggiunti e quelli che si vedono dovrebbero essere tutti freschi!
4 stanze sono adibite alle larve e al loro nutrimento; qua e là si vedono i pezzi di prede, smembrate, masticate e distribuite a tappeto.
Nella stanza in basso a destra la regina circondata da nutrici che si preparava alla nuova deposizione massiccia.
Al centro in alto si nota la "guarnigione” di sentinelle all'entrata del nido. Sarà perché sono colorate ed evidenti, ma rispetto alle altre Formica che ho allevato, queste sembrano davvero sentinelle scelte, e non solo delle formiche ferme nell'entrata, casualmente...

Spoiler: mostra
6-21 Sanguinea 1.JPG
Messor barbarus - Messor ibericus - Camponotus vagus - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Camponotus ligniperda - Lasius fuliginosus - Camponotus claripes - Lophomyrmex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4077
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda GianniBert » 02/07/2012, 12:49

2 luglio
Negli ultimi 7 giorni la popolazione sanguinea ha subito un'impennata dopo alcuni preoccupanti sfarfallamenti in cui sembrava di assistere ad atti di cannibalismo.
Estratte dal bozzolo e sottoposte a un assiduo leccaggio, alcune operaie depigmentate non sembravano reggere le attenzioni delle nutrici e soccombevano fatte a pezzi e apparentemente "mangiate”. La spiegazione potrebbe essere nella morte precoce delle pupe nel bozzolo; il tentativo senza sosta delle cunicolaria di portarle alla vita mediante il continuo leccare potrebbe aver disarticolato e consumato le pupe morbide.

Spoiler: mostra
7-02 sanguinea 01.JPG


7-02 sanguinea 02.JPG


In ogni caso, dopo alcuni di questi episodi una prima decina di F. sanguinea depigmentate ha cominciato a muove i primi, timidi passi. In 5 giorni le operaie in pigmentazione sono ormai una cinquantina.
Un calcolo approssimativo dei bozzoli ancora a schiudere è di circa 120-150.
Prevedo di dover allargare il nido prima di andare in vacanza.

Una cosa curiosa è che almeno una delle pupe aperte in anticipo è chiaramente di un sessuato, suppongo maschio. La crisalide ancora bianca è appoggiata al pavimento insieme ad altre pupe sbozzolate. Sembra che le ausiliarie sentano con parecchio anticipo (anche 1-2 giorni) il momento del risveglio, o forse non sono in grado di percepire correttamente i segnali di una specie comunque diversa.

Le operaie nate non sono particolarmente massicce, anche se alcune cominciano ad essere leggermente più grandi di F. cunicolaria.
La regina ha deposto ancora, ormai lo fa senza lunghi intervalli, così la covata ha sempre bisogno di cibo animale.
Messor barbarus - Messor ibericus - Camponotus vagus - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Camponotus ligniperda - Lasius fuliginosus - Camponotus claripes - Lophomyrmex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4077
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda Dorylus » 02/07/2012, 18:23

O stanno particolarmente bene da te o non sono capace io , la mia colonia conta ora 20 Formica sanguinea e una quarantina di Formica fusca stanno nascendo anche da me delle operaie nuove di taglia piccola ma la regina depone si e no 3 uova a settimana non di più !
In allevamento : Camponotus ligniperda, C. cruentatus, C. nylanderi, Formica cunicularia, F. fusca,F. lemani, Polyergus rufescens, Lasius platythorax, Lasius paralienus, Tetramorium caespitum, Temnothorax alienus, T. exilis, T. recedens, Pheidole pallidula
Avatar utente
Dorylus
moderatore
 
Messaggi: 5128
Iscritto il: 11 ott '11
Località: Seveso (MB)
  • Non connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda GianniBert » 02/07/2012, 18:26

Perché la regina deve sentirsi "circondata” dalle ausiliarie. Probabilmente più ausiliarie ci sono più è stimolata a produrre, soprattutto quando sono nate, non allo stadio di bozzolo. Credo che senta perfettamente su quali forze può contare.
Messor barbarus - Messor ibericus - Camponotus vagus - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Camponotus ligniperda - Lasius fuliginosus - Camponotus claripes - Lophomyrmex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4077
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Connesso

Re: Formica sanguinea in Lombardia

Messaggioda GianniBert » 02/09/2012, 21:40

Il freddo sceso in questi giorni ha fatto ritirare anche queste formiche nelle stanze più asciutte del nido, e anche la seconda sezione, quella nuova è popolata da ingenti truppe. Si può ormai notare la preponderanza di F. sanguinea rispetto alle poche ausiliarie rimaste.
Si vede anche chiaramente che la stazza delle guerriere è aumentata grazie al cibo proteico abbondante con cui sono state nutrite negli ultimi 2 mesi.
La popolazione si aggira sulle 400 unità, ma è quasi impossibile fare un calcolo preciso.

Le prime truppe di sanguinea si trasferiscono nelle stanze del nuovo settore di nido.
Spoiler: mostra
7-23 sanguinea F.JPG


L'aggiunta del secondo settore ha potuto allentare il sovraffollamento verificatosi nel giro di poco più di un mese.
Spoiler: mostra
7-23 sanguinea C.JPG


La cura delle operaie verso la covata è comune con le ausiliarie, Qui si vedono avanzi di grillo forniti alle larve.
Spoiler: mostra
7-23 sanguinea B.JPG


La regina ha smesso di deporre da alcune settimane.
Spoiler: mostra
7-23 sanguinea D.JPG
Messor barbarus - Messor ibericus - Camponotus vagus - Camponotus cruentatus - Camponotus barbaricus - Camponotus ligniperda - Lasius fuliginosus - Camponotus claripes - Lophomyrmex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4077
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Connesso

PrecedenteProssimo

Torna a Formica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti