Storia di una colonia di Messor capitatus

Re: Storia di una colonia di Messor capitatus

Messaggioda GianniBert » 02/10/2020, 14:13

Situazione della colonia ai primi di ottobre 2020:
negli ultimi mesi, cioè da quando si sono adattate al nuovo nido, la popolazione è più che raddoppiata!

Il bisogno idrico è costante; la spazzatura prodotta settimanalmente impressionante.
Questa famiglia è nettamente più aggressiva di quella di capitatus, anche se penso possa essere il solito problema caratteriale/genetico più che una differenza tra le specie.

Sto pensando di mettere in ibernazione la colonia appena possibile, in modo da rallentarne la crescita e per dar modo alla regina di tirare un po' il fiato. Per ora continuo a tenere ben alimentata la popolazione, con una predilezione verso i semi.
Credo che fornir loro quelle che sono le provviste classiche della specie per la stagione fredda, sia importante anche dal punto di vista psichico e il loro istinto ad immagazzinare non può essere sostituito in alcun altro modo. Ciò nonostante continuo anche con gli insetti (che aggrediscono in modo famelico) usando soprattutto blatte e camole.

2020-09-09 14.43.07.jpg
La facciata del nido "dedicata” alla covata.

2020-09-09 14.46.38.jpg
C'è una predominanza di operaie "medie” sulle major, ma continuano a nascere anche minor davvero piccolissime!

2020-09-09 14.49.21.jpg
I semi raccolti sembrano tanti, ma per queste formiche non sono mai troppi!!!

2020-09-09 14.41.34.jpg
La quantità di rifiuti accumulata in una settimana mi costringe saltuariamente ad aspirare per tenere pulito lo spazio esterno, per quanto spazioso sia!
Spoiler: mostra
Messor barbarus - Camponotus vagus - Camponotus nylanderi - Lasius fuliginosus - Plagiolepis pigmaea - Camponotus claripes - Pheidole tumida - Myrmecia vindex
Avatar utente
GianniBert
moderatore
 
Messaggi: 4333
Iscritto il: 15 dic '10
Località: Milano
  • Connesso

Precedente

Torna a Messor

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 23 ospiti